Ecco 5 Consigli Per Lavorare Con Tutta Sicurezza Sul Web

Sicurezza Sul Web

Sicurezza sul webOggi il WEB è ormai utilizzato della quasi totalità delle persone che possiedono un computer e/o uno smartphone e sappiamo benissimo che sono veramente poche le persone non li possiedono.

La maggior parte della popolazione utilizza il web principalmente per seguire i propri Social Network o per fare una ricerca di un prodotto, un’informazione o un servizio tramite i principali motori di ricerca come ad esempio Google.

MA SIAMO SIAMO AL SICURO SUL WEB?!
Per risponderti a questa domanda…

Ecco 5 Consigli Per Lavorare Con Tutta Sicurezza Sul Web:

  1. Una cosa molto importante e che consigliano gli esperti è di istallare Detekt, uno strumento gratuito, open source molto semplice per verificare di non avere software spia sul proprio PC. (Purtroppo per i possessori dei prodotti a marchio Apple, attualmente è disponibile solo per Windows)
  2. Disinstallare tutti i prodotti Adobe e di installare prodotti alternativi, infatti, sebbene le vulnerabilità emerse siano al momento per Adobe Flash, nel ‘black market’ si trovano tantissimi exploit e 0day per Adobe Acrobat Reader.
  3. Aggiornare il proprio Sistema Operativo. In questi giorni Microsoft sta rilasciando, come sempre, diverse “patch” per Windows 7, Windows 8.1, Office, etc. Aggiornare sempre il proprio OS ed i software che utilizziamo.
  4. Aggiornare il proprio Antivirus. Un antivirus non aggiornato non serve a nulla ed oltre ad aggiornarlo bisognerebbe controllare se sia efficiente contro le nuove minacce per una maggiore sicurezza sul web.
  5. Controllare sul proprio Smartphone le App che “dubbie” che abbiamo installato e fare i periodici aggiornamenti del sistema.
Questi sono i 5 consigli per una maggiore sicurezza sul web dati da Raoul Chiesa, uno dei maggiori esperti internazionali di sicurezza a distanza di una settimana dal pesante attacco hacker ad Hacking Team, l’azienda milanese che fa software spia usati da governi e intelligence di mezzo mondo.
Ecco la dichiarazione di Raoul Chiesa:

Dobbiamo decisamente preoccuparci, si prevede un proliferare di software-spia ‘black’, ovvero creati sulla base del codice sorgente del software di Hacking Team, che e’ oramai alla portata di tutti, Chiunque, con conoscenze informatiche di tipo medio, può crearsi una ‘propria versione’ del ‘trojan’ così tanto utilizzato dalle Forze dell’Ordine di mezzo mondo. Abbiamo davanti a noi un periodo oscuro – sottolinea Chiesa – durante il quale tecnologia di alto livello sarà a disposizione di diversi attori, dai giovani virgulti del mondo hacker, agli hacktivist, ai cybercriminali, alle spie industriali”

Il nostro consiglio è di seguire queste semplici accortezze per la sicurezza sul web per non poi imbattersi in situazioni spiacevoli.