fbpx

Bitcoin in rialzo: la criptovaluta diventerà il nuovo “oro digitale”?

Criptovaluta Bitcoin in rialzo

Bitcoin in rialzo: nei prossimi mesi la criptovaluta riuscirà a diventare il nuovo “oro digitale”?

In questi giorni la quotazione della criptovaluta Bitcoin ha superato i 10.000 dollari.

E’ accaduto esattamente il 9 febbraio.

Secondo la piattaforma online Coinbase, il prezzo di questa moneta digitale continuerà a salire sino a diventare il nuovo “oro digitale”.

Ma questo improvviso rialzo da cosa è causato?

Coinbase sostiene che tutto questo è dovuto al dimezzamento delle ricompense per il mining (cambiamento previsto a maggio 2020).

In pratica, assisteremo ad una riduzione dell’offerta e tutto questo renderà più solido il rapporto che intercorre tra oro e BTC.

Nell’articolo pubblicato all’interno del blog aziendale, Coinbase afferma:

“Sostenuto da una miriade di innovazioni tecnologiche, di uno sviluppo che cresce di continuo e di un mercato globale sempre più maturo, la criptovaluta Bitcoin è una riserva di valore in grado di competere con l’oro nell’era digitale”

Ma i rialzi sarebbero dovuti anche a dell’altro…

Bitcoin sfonda la soglia dei $10.000… ecco perchè

Se vogliamo davvero capire come mai la quotazione della criptovaluta Bitcoin ha iniziato a salire ci sono vari aspetti da tenere in considerazione…

In primis ciò potrebbe essere dovuto all’imminente arrivo dell’halving di Bitcoin, previsto tra circa 90 giorni.

Che cos’è l’halving?

L’halving di Bitcoin è il dimezzamento della ricompensa che i “minatori” di questa criptovaluta ricevono per le loro attività di mining.

“Minare” Bitcoin comporta riuscire a risolvere complessi problemi matematici legati al codice stesso con il quale sono stati creati i BTC (Bitcoin).

Dunque chi risolve questi problemi matematici si porta a casa i bitcoin appena coniati.

E con il prossimo halving di Bitcoin 2020 i loro compensi verranno dimezzati.

Sino ad ora ci sono stati soltanto 2 halving: il primo nel 2012 mentre il secondo si è svolto nel 2016.

Nel 2016 la ricompensa incassata dai miner è passata da 25 a 12,5 BTC e nel 2020 arriverà ad un valore di 6,25 Bitcoin.

Accade questo perchè si vuole evitare l’aumento dell’inflazione legata ad una maggiore offerta di BTC nessi in circolazione.

Inoltre l’aumento improvviso del valore di questa criptovaluta potrebbe essere dovuto alle ultime dichiarazioni di Jerome Powell (il Presidente della Federal Reserve).

Infatti, durante il suo discorso che ha tenuto allo “House Financial Services Committee“, Jerome ha sottolineato l’importanza di aumentare il grado di privacy a tutela del settore delle criptovalute.

Infine, non meno importanti, segnaliamo anche che questo aumento improvviso di valore sarebbe dovuto a:

  • la crescita della domanda degli investitori istituzionali che credono in questa criptomoneta;
  • aspetti macro economici (in particolare l’allerta mondiale nei confronti del dilagare del Coronavirus)

Conclusione

I tempi in cui questa criptovaluta era crollata a $6.000 sembrano essere ormai davvero lontani.

Era accaduto a febbraio 2018 e noi di “Business da Casa” questo scivolone lo avevamo documentato all’interno di questo articolo.

Anthony Pompliano BitcoinOra, a distanza di 2 anni, sul Web c’è anche qualcuno che è convinto che il prezzo del BTC raggiungerà i $100.000 entro la fine del 2021.

Si tratta di Anthony Pompliano, cofondatore di “Morgan Creek Digital

“Bitcoin ha appena raggiunto il valore di 10.000 dollari. Sono convinto che raggiungerà i $100.000 entro la fine di dicembre 2021. Offerta limitata e domanda in aumento. Il tempo ci darà delle risposte.”

it_ITItaliano
it_ITItaliano