Intervista a Daniele Paiola Bellucci, network marketing leader

Daniele Paiola Bellucci

Abbiamo incontrato Daniele Paiola Bellucci per una lunga a densa intervista dall’alto valore aggiunto. Attraverso le sue parole capiamo come il network marketing possa davvero rappresentare una soluzione di business valida, a lungo termine, entusiasmante, tanto impegnativa quanto soddisfacente.

Nessuno può e deve improvvisarsi networker. Ma, con la formazione e altri “segreti” rivelati da Daniele, oggi capiamo quanto il NM sia una strada solida e percorribile.

Andiamo subito a conoscere Daniele.

Diamo il benvenuto a Daniele Paiola Bellucci!

01. Ciao Daniele! Vuoi raccontarci brevemente chi sei e cosa fai?

Ciao ragazzi di Business da Casa, è passato quasi un anno dal nostro ultimo incontro.

La situazione allora era ben diversa.

Ci sono stati parecchi cambiamenti e novità interessanti nell’ultimo anno.

In ogni caso sono Daniele Paiola Bellucci, ho 30 anni, mi occupo di Network Marketing dal 2013.

Dal 2016 vivo esclusivamente di questa attività.

dpb daniele paiola bellucci youtube

Ripensandoci, sono trascorsi parecchi anni, durante i quali ho vissuto un bel percorso di crescita, ricco di emozioni ed esperienze.

Spero di poter condividere qualcosa di utile rispondendo alle vostre domande.

Cercherò di raccontare quel qualcosa che, in genere, non si sente.

02. Quando, come e perché hai deciso di dare una svolta alla tua vita? Qual è stata la molla che ha innescato il desiderio di cambiamento?

Fin da ragazzo l’idea di lavorare ogni giorno nello stesso ambiente con le stesse persone mi spaventava; in più, sono sempre stato una persona molto ambiziosa.

Partiamo da un presupposto: non ci viene consegnato un manuale su come diventare imprenditori.

Io ero convinto che studiare economia all’università mi avrebbe permesso di dare un senso alla mia indole; ma mi sbagliavo e, tra un progetto personale e l’altro, è arrivato il Network Marketing a portare la soluzione ai miei problemi.

La predisposizione quindi c’è sempre stata, ma la vera svolta è arrivata a fine 2015 quando, dopo una profonda riflessione in cui dovevo decidere se arrendermi o meno, ho fatto un paio di scelte che si sono rivelate determinanti.

Posso dire con sicurezza, e mi sentirete ripeterlo, che la mentalità giusta fa la differenza. Sempre.

Fino a quel momento i risultati faticavano ad arrivare; in effetti, ripensandoci con il senno di poi, mancavano almeno due aspetti fondamentali.

Era un periodo difficile perché la mia vita non stava prendendo una direzione precisa.

Questa mancanza di risultati mi aveva portato a pensare che stavo solo perdendo tempo; mentre i miei coetanei si laureavano e ottenevano le prime soddisfazioni, io ero la pecora nera.

La mia determinazione e la voglia di riscatto hanno però fatto davvero la differenza in quel momento.

Ecco, se c’è una cosa che mi ha sempre distinto è il fatto di non aver mai accettato compromessi.

L’idea di trovare un lavoro da dipendente (nulla contro chi sceglie questa strada) nella mia mente voleva dire “arrendermi”.

03. Ci racconti un fallimento che ti ha segnato, ma anche rafforzato?

Come dico spesso: dal mio punto di vista, il fallimento è necessario per raggiungere il successo.

Sembrerà follia detto così; cerco di spiegarmi meglio.

Chiunque può raggiungere risultati positivi una volta nella vita, per caso o fortuna e non sto togliendo meriti, ti faccio i complimenti se li hai avuti.

Ottenere un paio di vittorie professionali non ti rende una persona di successo e nessuno ce la fa al primo colpo; forse sì, ma solo se sei Steve Jobs; e qui siamo tutte persone normali.

Come hai anticipato nella domanda, il modo in cui superi un fallimento mostra di che pasta sei fatto.

Puoi arrenderti e inventarti scuse o rialzarti più forte di prima.

Quindi se non rischiassi di annoiarti, non mi vergognerei ad elencare tutti i fallimenti ed errori fatti in questi anni, che mi hanno aiutato a diventare la persona che sono oggi.

dpb, daniele paiola bellucci, Network Marketing smartworking

Se dovessi ripensare ad un fallimento veramente pesante farei riferimento alla mia ultima esperienza di Network Marketing (non l’azienda con cui collaboro oggi).

Nel 2017, visti i risultati che stavo ottenendo, avevo l’ego alle stelle.

Ho quindi accettato una sfida impossibile da vincere, senza riflettere su ciò a cui stavo andando incontro e senza fare bene i conti.

Per farla breve, ero stato contattato per diventare parte di un team dedicato al lancio di una nuova azienda a livello mondiale. Purtroppo, i fondatori erano tutto tranne che imprenditori seri e, dopo una serie di situazioni poco divertenti, nel 2019 ho chiuso la collaborazione in malo modo.

Questo mi ha portato ad allontanarmi completamente dal Network Marketing per un anno. Ma poi, quando ho deciso di rimettermi di nuovo in gioco, l’ho fatto con una consapevolezza ed un’energia che prima non avevo.

04. In quanto tempo hai raggiunto quel primo risultato che ti ha fatto capire che questa sarebbe stata la tua strada? Vuoi raccontarci com’è andata?

Come ho detto prima, io – che sono scarso – ci ho messo circa 2 anni (ride).

Diciamo che prima è arrivata la decisione di farlo seriamente al 100%; dopo sono arrivati, come conseguenza, i guadagni. In genere dovrebbe essere il contrario: prima vedi che funziona e poi decidi di dedicare più energie all’attività.

I primi 80 euro guadagnati sono stati qualcosa di fantastico, tenevo le banconote in mano fissandole, pensando: “Allora è possibile”.

Il primo guadagno nel Network Marketing è sicuramente quello più importante di tutti.

In soli 4 mesi la mia vita era cambiata completamente.

Già, tutto è possibile.

05. Descrivici meglio il tuo modello di business.

La domanda più difficile a cui può rispondere un Networker è: “Che lavoro fai?”. Adesso ti racconto perché.

In realtà la risposta è semplice ma ci si complica la vita, forse per vergogna (vista la diffidenza verso questo mondo).

Così molto spesso si sentono delle definizioni davvero assurde, contorte, ci si riempie la bocca di paroloni; e la persona che abbiamo davanti, alla fine, non comprende veramente di cosa stiamo parlando.

Se tu, che stai leggendo quest’intervista, ti occupi di Network Marketing, non avere mai paura di dirlo; i tuoi risultati passano attraverso la tua convinzione in ciò che fai.

Per dirlo in maniera semplice: il Network Marketing è un modello di business che prevede la vendita di un prodotto attraverso una rete commerciale.

Quando inizi un’attività di Network Marketing promuovi i prodotti dell’azienda che hai scelto. Puoi farlo da solo, guadagnando dalle tue vendite, o con altre persone, creando un team.

In questo caso, per aver mostrato ad altri come ottenere un guadagno extra, guadagnerai una percentuale anche dal loro lavoro; tutto dipende dalle modalità con cui l’azienda che hai scelto ti paga. In pratica, devi basarti sul suo piano compensi.

Per me il Network Marketing, oltre ad un business, rappresenta una scuola di vita.

06. Come può rivelarsi utile e funzionale per te e per chi ti circonda?

Ci sono numerose ragioni che rendono il Network Marketing un modello di business straordinario; elencarli tutti sarebbe impossibile.

Per rispondere a questa domanda voglio fare una riflessione con te, se me lo permetti.

Potenzialmente il NM può renderti “milionario” e se i tuoi obiettivi sono grandi come i miei, ti faccio i miei complimenti; ma adesso vorrei fare riferimento a tutte quelle persone che intendono iniziare un’attività dedicando poche ore al giorno per guadagnare 100/200 euro in più a fine mese (quello che chiamiamo “piano B”).

Se dovessero dedicare quel poco tempo a disposizione per avviare un Business da zero (su cui tra l’altro investire decine di migliaia di euro) non ce la farebbero mai; con il Network Marketing invece hanno la possibilità di iniziare a guadagnare mentre imparano a fare l’attività, sfruttando un sistema già pronto e l’aiuto gratuito da parte di altre persone. Questo è sicuramente un buon punto di partenza.

Senza considerare che non abbiamo ancora fatto riferimento ai prodotti; non posso non pensare a tutte quelle persone che avranno un beneficio reale dall’utilizzo dei nuovi prodotti su cui sto lavorando (le prime testimonianze ricevute sono straordinarie).

dpb daniele paiola bellucci

07. Svelaci i tuoi segreti e consigli per farcela.

Cosa vuol dire per te farcela? “Farcela”, secondo me, è soggettivo: per alcuni potrebbe essere “sostituire un lavoro da dipendente con un guadagno dal Network Marketing”, per altri potrebbe voler dire “raggiungere la qualifica di Diamante”. Diciamo che per me non esiste mai un punto di arrivo.

Ogni traguardo è un nuovo inizio e ogni obiettivo ha bisogno di un diverso livello di impegno.

Per rispondere a questa domanda, più che parlare del successo nel Network Marketing, forse sarebbe più semplice parlare delle principali cause del fallimento.

Lascia che ti sveli il mio più grande segreto.

Il mio più grande segreto è che non esistono segreti, non c’è spazio per invenzioni quando fai impresa o business.

I risultati sono una conseguenza di diversi fattori; uno sponsor valido che ti guidi sul campo giorno dopo giorno è sicuramente la base di tutto.

A questo aggiungo il giusto mindset in tutte le sue sfaccettature.

Per me la mentalità fa l’80% del risultato (ricordiamoci che stiamo parlando di un business a lungo termine).

Più tardi mi soffermerò un attimo riguardo le skills ma onestamente, se dovessimo pensarci bene, non servono chissà quali abilità per ottenere i primi risultati.

Voglio dirti un’altra cosa: penso di essere una delle persone più preparate a livello tecnico in Italia e questo non è un vanto, ascolta bene perché.

Mi piace formarmi costantemente e passo almeno 2 ore al giorno a studiare. Tuttavia, se dovessimo vedere le statistiche, scopriremmo che la ragione non ce l’ha chi sa di più, ma chi fa di più.

La maggior parte delle persone che ha più risultati di me è meno formata di me; e sono sicuro ci siano tantissime persone più preparate di me ma che non ottengono il minimo risultato.

Cosa fa veramente la differenza? L’azione e la perseveranza.

La maggior parte delle persone vuole farcela senza sacrificio e senza impegno.

Possiamo parlare di crescita personale tutto il giorno ma, senza azione, il business non cresce.

08. Hai avuto un mentore? Quanto ha influito sul tuo percorso?

Non voglio scaricare la responsabilità, ma se i primi 2 anni di attività avessi avuto uno sponsor valido, i risultati sarebbero arrivati molto prima.

Questo per far capire quanto sia importante avere alle spalle la persona giusta.

La prima cosa che ho fatto quando ho deciso di fare le cose seriamente è stato cercare uno sponsor all’altezza.

Secondo me, oggi, a parola “mentore” è spesso abusata.

Vogliamo sentirci tutti mentori di qualcun altro e vogliamo tutti insegnare qualcosa agli altri.

La cosa che fa la differenza è l’intenzione con cui ci muoviamo, che non passa solo attraverso le parole ma prima di tutto dalle nostre azioni.

Una frase straordinaria del Re Leone dice: “Mentre gli altri pensano a ciò che possono prendere, un vero Re cerca ciò che può dare”.

Per me due dei valori più importanti e più rari da trovare sono la fiducia e la fedeltà incondizionati, che però non vanno pretesi, ma rinnovati e conquistati giorno dopo giorno.

Mi piace studiare e ispirarmi ai migliori in ogni contesto di cui sono appassionato, quindi ho un punto di riferimento in ogni ambito.

Nel Network Marketing per me la scelta del mentore è l’aspetto più importante di tutti e non smetterò mai di ringraziare le persone che mi hanno guidato in questi anni.

Consiglio pratico: non cercare un punto di riferimento in una persona che abita dall’altra parte del mondo e fa il figo millantando una vita tra macchine noleggiate e superficialità; cosa può darti?

Cerca invece qualcuno che possa aiutarti concretamente nella quotidianità.

09. Che consigli vuoi dare a chi intraprende questa strada e si scontra con le difficoltà iniziali?

Così su due piedi gli direi di non rifugiarsi nella formazione per cercare sicurezza e ricordarsi che è un business a lungo termine; quindi, se i risultati non arrivano subito, non deve demoralizzarsi. E, cosa più importante di tutte, è fondamentale aggrapparsi al proprio scopo.

Se non hai uno scopo forte per cui lo fai, allora i risultati veri non arriveranno mai.

In ultima il focus: se non sei focalizzato e pensi a 100 cose non raggiungerai il minimo risultato da nessuna parte e non porterai a termine nulla; se io riesco a seguire un business alla volta, perché chi parte da zero può pensare di farne 2 o addirittura 3?

Per il resto consiglio di rileggere quanto detto prima, che è parecchio.

I primi risultati arrivano dal lavoro fianco a fianco con lo sponsor, quindi: affidati senza giudizio alla persona che hai scelto di seguire.

10. Quali caratteristiche/skills secondo te sono fondamentali per intraprendere quest’attività?

Più cresci, più ti scontri con sfide differenti, quindi hai bisogno di nuove abilità da aggiungere alle precedenti.

All’inizio serve sviluppare competenze che siano facilmente duplicabili e affiancarle al giusto mindset.

Oggi mi sento di soffermarmi su un aspetto importantissimo per il bene dell’intera industria.

dpb daniele paiola bellucci business network marketing

Molto spesso ci si intestardisce nella ricerca del sistema perfetto, delle strategie online per avere centinaia di contatti (tra l’altro cose non duplicabili) e si finisce poi per spammare l’opportunità a destra e sinistra o, peggio, fare i TikTok su Instagram dove si parla di Network Marketing ballando.

Questa è la via migliore per infangare il nome di questa industria e apparire poco professionali.

Quindi, secondo me, la skill che può fare veramente la differenza è iniziare ad imparare a parlare con le persone in maniera efficace per essere attrattivi, mai fuori luogo, senza usare i classici messaggi copia-incolla.

C’è un mio video su YouTube che parla proprio di questo.

11. Come ha impattato la pandemia sulla tua attività e, più in generale, sul business di cui fai parte?

Tutti quanti si sono spostati inevitabilmente sul lavoro online nell’ultimo anno. Dal punto di vista operativo è mancato sicuramente il contatto umano con le persone del team.

A livello personale posso dire di essermi ritagliato parecchio tempo per formarmi ancora di più e rimanere focalizzato sull’attività.

Devo essere onesto: ho avviato una nuova azienda dove ho la fortuna di essere tra i primi a livello mondiale.

La pandemia mi ha permesso di risparmiare risorse ed energie, che ho investito completamente in questo nuovo business.

12. Quali sono i tuoi obiettivi futuri?

Strettamente legati all’azienda con cui collaboro l’obiettivo è raggiungere la qualifica più alta del piano carriera in 2/3 anni. Sarebbe un bel coronamento per tutti questi anni di preparazione e un ringraziamento verso la fiducia che mi è stata data all’inizio.

Vorrebbe dire aiutare quest’azienda a diventare grande e sostenere in maniera concreta migliaia di persone.

13. Vuoi aggiungere qualcosa che non ti abbiamo chiesto?

Ho cercato di dare tanto valore attraverso quest’intervista, quindi penso possa bastare.

Nei miei canali parlo tutti i giorni di Network Marketing e Business Online secondo la mia visione; tra l’altro ho da poco aperto un mio Blog che puoi trovare a questo link: https://danielepaiolabellucci.com/

Un grazie speciale a Daniele Paiola Bellucci per le sue parole. Speriamo che siano la spinta motivazionale per chi desidera intraprendere questa nuova attività imprenditoriale, in modo efficace e duraturo.

Se anche tu ritieni di poter essere un networker di successo, affidati alla formazione del nostro esclusivo Network Marketing Club. Ma ti avvisiamo: una volta iniziato, non ti molleremo più! D’altronde, l’abbiamo capito: per crescere e avere successo a lungo termine, non puoi mai smettere di informarti e aggiornarti. Ti aspettiamo!

Risposte

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *