Marcello Marchese Intervista: Copywriter e Fondatore dell’Accademia CopyMind

Intervista a Marcello Marchese: esperto di copywriting e fondatore di CopyMind

La storia di Marcello Marchese, da appassionato ad esperto numero 1 in Italia di Copywriting

Da appasionato di Copywriting ad esperto del settore, oggi Marcello Marchese racconta a Business Da Casa la sua storia. Fondatore dell’accademia CopyMind, oggi Marcello ed il suo team trasformano le persone in copywriter professionisti e certificati.

Descriviti con 5 aggettivi

“Gli aggettivi con cui mi descriverei io sono: Curioso, Testardo, Affidabile, Tranquillo e Impulsivo.

Tutte caratteristiche che ritengo importanti per un copywriter, specialmente quella della curiosità.

Il Copywriter deve avere una voglia costante di voler andare oltre, di voler capire cosa si nasconde dietro le apparenze.

Il Copywriter è una persona che può riflettere per ore su una frase o su una singola parola, per dedurre se contiene, oltre al significato più scontato, anche delle sfumature nascoste, che influenzano il pensiero del lettore in modi sconosciuti.

La mia curiosità mi porta a soffermarmi su parole che per gli altri sono comuni, cercando di decodificare il loro potere nascosto.

Avete mai pensato a come il prefisso “Anti” riesca a succhiare il potere di ciò che segue?

“È arrivato l’Anti-Amazon. E adesso cambia tutto”.

Senti come viene voglia di capire cos’è questa novità, anche se non esiste e ce la siamo appena inventata”.

Quali sono i valori più importanti di Marcello Marchese?

“Ritengo che il potere del saper persuadere con la scrittura debba essere sfruttato per promuovere qualcosa in cui si crede.

Sapendo catturare l’attenzione “a comando” e conoscendo le leve che motivano le persone all’azione, si è tentati di prendere scorciatoie.

Penso che questo sia il limite da non superare per poter vivere serenamente con se stessi e mantenere pulita la propria reputazione”.

Dove sei basato?

“Passo molto del mio tempo a Kiev, in Ucraina. Lì ho trovato un luogo che mi ha fatto sentire subito a casa (e ho notato che Kiev sorprende molti italiani che lavorano in remoto e vengono in vacanza).

L’Ucraina è un paese che si sta sviluppando velocemente lato business e ci sono mille idee interessanti applicabili anche in Italia.

Nei mesi troppo freddi capita comunque di spostarmi, ad esempio questo inverno lo passerò in Thailandia”.

Raccontaci la tua storia imprenditoriale. Come ha iniziato Marcello Marchese?

“Ho iniziato come appassionato di creazione di siti web. Ho studiato informatica a Palermo laureandomi con 110 e lode.

Già mentre studiavo, alcuni siti mi portavano qualche entrata: niente di straordinario ma per un ragazzino di 20 anni facevano comodo.

Uno di questi siti web era giochieflash.it, che offriva dei giochi online e che ai tempi era un’icona per chi volesse passare qualche ora in maniera divertente.

Poi ho scoperto il Copywriting, ossia la scrittura persuasiva.

Mi piaceva molto l’idea di parlarne, di insegnarlo, per cui mi sono appassionato all’infomarketing ed ho cominciato a vendere i miei primi eBook e videocorsi su questo argomento.

Nel 2016, sono passato ad applicare le stesse tecniche di copy per la vendita di prodotti fisici. Grazie a questa idea di successo ho aperto il network di affiliazione Pronto Campaign, che per diversi anni rimane uno dei network più famosi d’Italia.

Nel 2019 io ed il mio ex socio decidiamo di prendere strade diverse. Io decido di dedicarmi esclusivamente alla pratica ed all’insegnamento del Copywriting.

Adesso sono titolare di LetMeCopy, l’agenzia di marketing che mette al centro di tutto il Copywriting.

Inoltre ho fondato un’accademia di Copywriting chiamata CopyMind, che ha lo scopo di trasformare le persone in copywriter professionisti e certificati”.

Marcello Marchese intervista: copywriter e fondatore dell'accademia CopyMind

L’epifania di Marcello Marchese. Cosa che ti ha portato ad appassionarti del Copywriting?

“I primi momenti sono magici. Ciò che mi ha fatto innamorare del Copywriting è stato il primo corso che ho comprato, un vecchio training di Italo Cillo.

Mentre ascoltavo le sue parole mi accorgevo sempre di più di quanto fosse potente lo strumento “parola”.

Le persone danno poca importanza alle parole perché imparano a parlare fin da piccole. Ma c’è una differenza enorme tra parlare e comunicare.

L’analogia che mi piace fare è quella della cassaforte infinita.

Immagina di essere seduto al tuo PC e di avere la tastiera davanti. Dall’altra parte del mondo si trova una cassaforte piena di tutto quello che hai sempre desiderato, che aspetta solo di essere aperta.

Questa cassaforte però non si apre come le altre, cioè con una chiave, ma con una combinazione di parole e lettere che devi digitare sulla tua tastiera.

La cassaforte rappresenta le numerose persone che possono essere influenzate dal tuo Copy, e che aspettano solo di leggere le giuste frasi per poter aprire il portafoglio ed inviarti denaro.

Tutto quello che devi fare è digitare le parole giuste sulla tastiera per convincerle“.

In Italia molti pensano di essere dei Copywriters ma in realtà sono degli articolisti. Qual è secondo te la reale differenza e dove si trova la linea di separazione?

“Gli articolisti scrivono per informare, per raccontare un fatto. Spesso sono persone con zero esperienza di scrittura che vengono sotto-pagate pur di produrre testo. In molti casi il testo è solo un riempimento, la scusa per poter far vedere pubblicità (lo so perché ho avuto dei business così).

I Copywriter invece sono la Ferrari della scrittura per la vendita.

I Copywriter hanno un obiettivo in testa: vendere. Può essere un’idea, un prodotto, un servizio o anche solo un click.

Anche la scrittura di un articolo si può approcciare con la mentalità da copywriter.

L’obiettivo potrebbe essere far leggere l’articolo per intero. Oppure quello di far passare un messaggio in modo che il lettore ne resti influenzato.

Ma per farlo bisogna studiare le leggi persuasive per influenzare la mente umana… e questo lo sanno fare i Copywriter”.

Come ti motivi ad andare avanti nei tuoi momenti di difficoltà?

“Con due strumenti: mentalità ed esperienza.

Mentalità perché quando sei un imprenditore non hai scelta: o ce la fai o ce la fai. Chiudere tutto e andare a fare un lavoro da dipendente non è un’opzione che contempli, quindi anche se hai un momento di difficoltà vai avanti.

Esperienza perché i momenti di difficoltà sono necessari per imparare e capire che continuando a perseverare tutto si sistemerà come sempre”.

Qual è la giornata tipo di Marcello Marchese?

“Il mio ufficio si trova su Slack, una fantastica applicazione con cui mi tengo in contatto con il mio team, al momento composto da due copywriter, una designer ed un esperto di marketing ed ads.

Dedico una parte del mio tempo lavorativo a creare contenuti per la mia community Copywriters (entra nel gruppo facebook da qui) ed i miei studenti, comprese nuove lezioni, video e corsi.

Un’altra parte la dedico per fare delle call di aggiornamento con i miei collaboratori o delle consulenze a studenti che vogliono imparare il Copywriting con me.

Una o due volte a settimana, vado ad incontri di imprenditori. Sono iscritto a Kiev ad un club chiamato Young Business Club. YBC è un’organizzazione che raccoglie imprenditori di un certo livello e organizza eventi di scambio e formazione. È un modo per tenermi aggiornato e stringere rapporti di amicizia o di business con nuove persone che altrimenti non avrei conosciuto”.

Un trend mondiale che vedi e che ti emoziona molto?

“L’eCommerce, legato alla possibilità che abbiamo di prendere un aereo e trovarci dall’altra parte del mondo. Il trend è sempre meno quello del lavoro fisso in un ufficio e sempre più quello di vivere nei posti che più ci piacciono.

Al momento, grazie alle spedizioni veloci e alla Cina che produce di tutto, l’eCommerce è un’ottima possibilità per chi vuole cominciare a guadagnare qualcosina online. Consiglio però di farlo sempre con l’ottica di crearsi qualcosa di proprio, unico ed originale. È l’arma vincente per crearsi un proprio futuro online”.

Che consigli daresti a Marcello Marchese di quando stava cominciando?

“Studiare il Copywriting fin da subito. Andare nel profondo dei motivi per cui la gente compra qualcosa. Focalizzarsi su un solo progetto a lungo termine che soddisfi una di queste ragioni.

Il motivo per cui le persone fanno un acquisto non è mai ciò che raccontano. Più si diventa bravi a suonare le giuste corde con le parole e più successo arriverà, sia online che offline.

Al me stesso di quando ho cominciato gli darei in mano dieci libri di Copywriting e gli direi di studiarseli per bene”.

Qual è una cosa che da imprenditore fai continuamente e suggeriresti ad altri?

“Sperimentare è una cosa che un imprenditore non dovrebbe mai smettere di fare. Di recente abbiamo lanciato un nuovo formato di mini-lezioni pratiche chiamato Copy Masterclass. È stato un vero e proprio successo e adesso diventerà un format mensile.

Non sarebbe avvenuto se un giorno non avessi proposto ad uno dei copywriter che collaborano con me di riproporre uno speech fatto dal vivo, sotto forma di lezione online per chi se lo era perso.

Testare, provare, fallire velocemente è una caratteristica fondamentale di un imprenditore”.

Raccontaci di un grande fallimento di Marcello Marchese e cosa gli ha insegnato

“Come giustamente dice la domanda, ogni fallimento è un’occasione per imparare. In passato, ai tempi del network Pronto Campaign, abbiamo dato fiducia a persone che non se lo meritavano.

Mi ha insegnato molto questa esperienza: mai saltare passaggi, fare sempre i necessari contratti anche con persone che al momento si presentano come amiche, perché domani potrebbe non essere più così”.

Solopreneur vs avere dei soci?

“Avere soci è un po’ come sposarsi. Bisogna esserne sicuri al 100%.

D’altro canto fare tutto da soli è faticoso e demotivante.

Quindi sono per avere soci ma solo se la relazione è di qualità. I ruoli devono essere definiti chiaramente fin dall’inizio e ci dev’essere sempre una persona che prende la decisione finale in caso di stallo”.

Come assumere e formare un buon copywriter nel proprio team?

“Il buon (futuro) Copywriter innanzitutto lo riconosci perché ha voglia di scrivere, di mettersi in gioco. È quello che ti manda una lettera di vendita intera per convincerti quando pubblichi un annuncio di ricerca personale. È quello che ti scrive una finta Facebook Ad in cui il target sei tu, per distinguersi dalla concorrenza.

Un buon copywriter lo riconosci perché si distingue da tutti gli altri, altrimenti non sarebbe un buon copywriter.

Per quanto riguarda la formazione, non posso che consigliare l’accademia CopyMind (https://www.copymind.it/presentazione). È il percorso che dalla A alla Z insegna tutto quello che c’è da sapere per lavorare come Copywriter.

Ho anche creato un mini video gratuito sul Copywriting: puoi scaricarlo direttamente da qui https://www.powercopy.it/“.

Marcello Marchese intervista: copywriter esperto n.1 in Italia

€ 100 spesi recentemente in qualcosa di importante per il business di Marcello Marchese. In cosa e perché?

“Vivendo a Kiev e conoscendo il russo, mi sono imbattuto in un libro di Copywriting particolare. Si chiama “пиши, сокращай”, ossia “scrivi, accorcia”. Parla di come rendere il copy corto ma tagliente e concreto. Un concetto molto interessante.

È incredibile come alcuni dei contenuti migliori possano nascondersi in prodotti a basso prezzo”.

Chi sono i tuoi mentori?

“Italo Cillo lo menzionerò sempre perché mi ha fatto entrare nel mondo dell’Internet Marketing.

Un’altra persona da cui ho appreso molto è Francesco “franz” Nanni, co-fondatore di Biolaser (catena di saloni di epilazione). Francesco è una vera macchina da business, si focalizza sui numeri e sulle procedure, standardizzando tutto per la crescita e l’automazione.

Stimo molto Fabio Gallerani e Matteo Pittaluga: loro hanno portato il business della formazione ad un livello molto alto e i risultati che hanno raggiunto parlano da soli.

Tutti gli altri mentori sono americani: Rich Schefren lo adoro per il suo modo di analizzare la realtà da punti di vista nuovi. Todd Brown è un fenomeno dell’internet marketing. John Carlton mi è stato di ispirazione agli inizi dei miei studi di Copywriting”.

A chi si ispira Marcello Marchese nella vita?

“Non ho un personaggio a cui mi ispiro: la vita è diversa e unica per tutti e per quanto possiamo cercare un riferimento, siamo costretti a vedercela per conto nostro”.

Dove prendi le informazioni per crescere nel tuo business?

“Pratico ciò che predico. Così come io vendo corsi online, anche io studio da corsi online, e consiglio a tutti di farlo.

Studiare da corsi online ti permette di raggiungere le informazioni giuste velocemente. Ci sono centinaia di migliaia di formatori su Internet che trasmettono le proprie conoscenze, sia gratis che a pagamento, che in pochi mesi o anni ti permettono di diventare un esperto di una disciplina e di crearti una professione. È qualcosa di straordinario”.

Da 3 a 5 libri che consigli?

  • Pitch Anything di Oren Klaff

Un libro che cambia la visione di cosa è la vendita. È molto sulla linea di quello che dico sempre io: siamo nell’era dell’Attenzione e bisogna convogliare un messaggio nella maniera più semplice e più emozionalmente forte possibile.

  • Flip the Script di Oren Klaff

Il libro si basa su un concetto semplice: le persone si fidano delle proprie idee. Come fare in modo che pensino che comprare il nostro prodotto sia una loro idea? Questo lo spiega il libro.

  • Allinners di Gallerani e Pittaluga

Un altro libro molto potente per chi vuole cominciare nel mondo del marketing online. Per molti è il primo passo ad essere difficile: il cambio di mentalità rispetto al pensiero che inculca la società, e questo libro ti aiuta a farlo.

  • Copywriting per Affiliate Marketing di Marcello Marchese

Consiglio a chi si vuole avvicinare al mondo del Copywriting il mio libro. All’interno parlo del Sistema PowerAds, un metodo per scrivere facilmente e passo-passo pubblicità su Facebook. Perfetto per chi si promuove online o per chi vuole cominciare ad entrare nel mio mondo della scrittura persuasiva.

Contatti

Il mio sito personale è www.marcellomarchese.it

it_ITItaliano
it_ITItaliano