Plugin WordPress Per La Cookie Law: Il Migliore Sul Mercato

Table of Contents

Plugin WordPress Per La Cookie LawSe hai un sito internet, o forse anche più di uno, ti starai informando sulla Cookie Law, ma soprattutto come evitare di incorrere in multe dai €10.000 ai €120.000 a sito internet. 

La Cookie Law entrerà in vigore il 2 giugno 2015, e da quel momento, qualsiasi sito che non offra un’informativa adeguata ai propri visitatori potrebbe essere multato in maniera molto salata dal garante della privacy. Tale legge riguarda tutti i siti europei.

Cosa sono i Cookie?

Questa la definizione che viene fornita da Wikipedia:

In informatica i cookie HTTP (più comunemente denominati Web cookie, tracking cookie o semplicemente cookie) sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server, come ad esempio siti web preferiti o, in caso di acquisti via internet, il contenuto dei loro “carrelli della spesa”.

Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web. Il termine “cookie” – letteralmente “biscotto” – deriva da magic cookie (biscotto magico), concetto noto in ambiente UNIX che ha ispirato sia l’idea che il nome dei cookie HTTP.

Usi WordPress? Ecco Il Plugin Per La Cookie Law Che Fa Per Te

Se hai un sito WordPress ho una buona notizia per te. Infatti esiste un plugin che non solo avverte i visitatori della presenza di Cookie sul tuo sito, ma blocca gli stessi fino a quando il visitatore non ne autorizza l’utilizzo.

Qui puoi trovare il plugin WordPress per la Cookie Law.

Sicuramente conviene investire $11 per il proprio sito invece che rischiare di ricevere una multa dal garante, multa che potrebbe partire da €10.000 a sito.

Esistono anche altre soluzioni online, anche per siti che non sono montati con WordPress. Iubenda per esempio fornisce un buon servizio, ma cosa più del doppio (considerando il cambio euro/dollaro) rispetto alla soluzione sopra esposta.

Esistono anche alcuni plugin gratuiti, i quali però non rendono “a norma” i siti neppure dopo l’implementazione. Tali plugin è meglio evitarli.

Per questo motivo crediamo che Cookie Cuttr v2, ovvero il Plugin WordPress per la Cookie Law di cui abbiamo appena parlato, sia una soluzione ideale per chiunque abbia dei siti internet con WordPress.

Se cerchi una guida veloce su come creare un sito con WordPress e soprattutto come farlo velocemente non svanendoti neanche un passaggio, leggi questo articolo.

Risposte

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. […] Come detto in precedenza dal 2 giugno 2015 è entrata in vigore la Cookie Law. Su Business Da Casa News abbiamo fornito la recensione di due plugin che si possono usare con WordPress per far apparire il famoso banner e, volendo, per bloccare preventivamente i Cookie fino all’accettazione da parte dell’utente. Puoi trovare il primo articolo qui e il secondo qui. […]