fbpx

Riccardo Benato è il miglior networker italiano di Organo Gold!

Riccardo Benato Organo Gold

Riccardo Benato è il miglior networker italiano di Organo Gold: sognava l’indipendenza finanziaria e adesso ha raggiunto il suo obiettivo!

Qualche giorno fa, all’interno di un noto tabloid dedicato alle news sul network marketing, è comparso un articolo/intervista interamente dedicato al successo di Riccardo Benato.

Riccardo è il diamante blue più giovane che ha raggiunto questa qualifica in Organo Gold Italia. Inoltre è il miglior “costruttore di reti” dell’azienda di MLM che ha scelto di promuovere da svariati anni.

Noi di “Business da Casa” Riccardo lo conosciamo davvero molto bene. Infatti è stato nostro ospite all’interno di questa intervista (curata di Giovanni Ercolani), pubblicata nel 2014.

A distanza di sei anni abbiamo una grande sorpresa per Te!

Ma prima facciamo un passo indietro…

L’incontro di Riccardo Benato con “Organo Gold”…

Organo Gold è entrata a far parte della vita di Riccardo (stravolgendola) grazie alla raccomandazione di un caro amico.

Sconfiggi obiezioni network marketing

In quel periodo faceva il cameriere in un ristorante… ma sognava l’indipendenza finanziaria

E l’incontro speciale con Organo Gold rappresentava per lui il veicolo più adatto per diventare un imprenditore di successo nell’industria del MLM.

Ha iniziato aprendo il suo codice personale da distributore e il resto è STORIA.

Un’intervista rimasta lì ma ancora attualissima…

Esattamente due anni fa stavo lavorando alla realizzazione di un ebook interamente dedicato alle rendite automatiche.

Volevo creare qualcosa di UNICO rispetto a tutti gli altri libri in vendita nello store di Amazon.

Ad un certo punto ecco l’idea: scrivere solo l’introduzione e lasciare spazio ad una serie di interviste ai migliori professionisti italiani esperti nel generare reddito passivo.

Dedicando il progetto alle entrate automatiche, non potevo non segnalare il modello di business del network marketing…

Ma chi coinvolgere per creare un contenuto di valore sul MLM?

Alcuni amici distributori di Organo Gold mi consigliarono di contattare Riccardo, un ragazzo davvero umile che stava chiudendo qualifiche importanti, una dopo l’altra.

Quella che stai per leggere, è l’intervista integrale che feci a Riccardo Benato nel 2016…

Il contenuto è ancora attualissimo e può aiutarti a capire come diventare un professionista serio del network marketing nel 2020.

Sei pronto/a a prendere appunti???

Rendite Auotmatiche

Ciao Riccardo, sono felice di averti qui per parlarci di network marketing e di rendite automatiche. Come e quando è iniziata la tua avventura nel mondo del network marketing?

“Marco, innanzitutto ti ringrazio per l’opportunità di poter contribuire ad accendere i riflettori sulla straordinaria industria del network marketing.

Penso sia giusto presentarmi per tutte le persone che non mi conoscono.

Mi chiamo Riccardo Benato, vengo da un piccolo paesino della provincia di Verona.

Ho iniziato il mio business con il network marketing per gioco, per sfida con l’ambizione massima di guadagnare 3/400 euro in più al mese.

Ma in realtà mi ha completamente cambiato la vita in pochi mesi.

Fin da piccolo ho seguito la formula del successo che ci insegnano i nostri genitori da generazioni e generazioni:

Ricky impegnati, vai a scuola, studia, prendi bei voti che poi troverai uno splendido lavoro che si prenderà cura di te e della tua futura famiglia…

La più grande fregatura del secolo se utilizzata in questa nuova era informatica…

Infatti nonostante fossi passato con il massimo dei voti non trovai nulla il primo anno e il secondo mi accontentai di un lavoro come cameriere/barista, 12 ore al giorno tutti i giorni, week end inclusi per poche centinaia di euro al mese.

Fino a quando un mio amico che ringrazierò sempre mi parlò di questo business che si apprestava ad aprire in Italia con una compagnia destinata a scrivere la storia del settore…

Non sapevo bene cosa volevo fare ancora nella mia vita ma la voglia di non avere un capo che decidesse ancora per me se il mio tempo valesse 5 o 6 euro all’ora mi fece prendere la decisione di volerci vedere più a fondo…

Andammo alla prima convention italiana con poche persone in Trentino Alto Adige e da lì la mia vita finanziaria, e non solo, cambiò per sempre.”

(Riccardo Benato)

Che importanza riveste il reddito passivo nella tua vita?

“Bella domanda, prima di conoscere la mia azienda di network marketing neanche sapevo cosa volesse dire.

Mi avevano addestrato a vendere il mio tempo per denaro, ad alzarmi la mattina e fare le stesse cose che avevo fatto ieri e che avrei fatto domani senza neanche chiedermi il perché, mi avevano insegnato a lavorare 40 ore a settimana per 40 anni sperando di arrivare al 40% di quello che avrei guadagnato prima grazie alla pensione.

Come puoi immaginare quindi, reddito passivo non rientrava nel mio pane quotidiano.

Oggi dopo pochi anni di un lavoro importante sul mio business ma soprattutto su me stesso, mi ritrovo a potermi godere tutti i vantaggi di avere una rendita, di aver costruito un acquedotto che pompa acqua anche se io non ci sono…

E devo essere sincero: con il team abbiamo creato proprio un super acquedotto d’oro.

Credo che la cosa più bella che ti regala una rendita da royalty sia la libertà di essere completamente padrone del tuo tempo e della tua vita.”

(Riccardo Benato)

Riccardo Benato in vacanza

RICCARDO BENATO, diamond blue di Organo Gold in vacanza con la sua compagna alle Mauritius

Raccontaci la tua giornata tipo.
Quali sono le azioni quotidiane che svolgi per generare entrate automatiche dalla tua attività?

“Beh, diciamo che la mia giornata tipo si è molto evoluta in questi ultimi anni…

All’inizio lavoravo full time sul mio lavoro tradizionale (cameriere) e part time sulla mia fortuna (il network marketing).

Quindi il tempo per costruire l’acquedotto lo dovevo rubare al tempo libero, alla compagna, agli hobbies… ma è ne valsa veramente la pena.

Oggi a distanza di pochi anni e dopo aver licenziato il mio datore di lavoro dopo il primo anno di network, posso dire che indipendentemente dalla mia presenza sul campo, le entrate automatiche aumentano di giorno in giorno.

Ciò nonostante continuo a rimanere sul campo per aiutare la mia squadra a raggiungere i propri obiettivi…

Ma anche per trovare altre persone con voglia di fare e con un fuoco dentro, per aiutarle a cambiare la propria vita in meglio.”

(Riccardo Benato)

Dal tuo profilo Facebook, vedo con piacere che partecipi spesso ad eventi formativi dedicati al mondo della crescita personale.

C’è un evento in particolare che ti è servito a migliorare la visione e i risultati della tua attività di networker?

“Partecipo a tutti gli eventi della mia compagnia e non ne ho mai perso uno per due motivi:

  • vantiamo alcuni tra i più grandi networker di tutti i tempi ai vertici della nostra azienda, da cui ogni volta rubo un bagaglio di crescita personale impressionante;
  • sono dell’idea che nessuno può spiegarti come diventare libero grazie al network marketing se in primis non lo ha fatto lui.

Gli eventi che viviamo periodicamente con persone che ottengono grandi risultati nel settore hanno contribuito tutti a farmi evolvere come persona ma soprattutto a credere ancora nella bellezza dei miei sogni e nella possibilità di viverli veramente.”

(Riccardo Benato)

C’è stato un momento speciale della tua carriera di networker nel quale hai capito di avercela fatta? Che sensazione hai provato?

“Posso dire di avere un team straordinario con il quale abbiamo raggiunto la qualifica più ambita dell’intera industria veramente in pochissimo tempo.

La prima qualifica di zaffiro (14.000 euro al mese di volume di team) è arrivata a giugno 2012.

A gennaio 2013 abbiamo raggiunto il rubino (almeno 40.000 euro al mese di volume).

Nel mese di maggio smeraldo (almeno 80.000 euro al mese di volume)…

Febbraio 2014 diamante (almeno 200.000 euro al mese).

E a dicembre 2015 blue diamond (da 500.000 euro al mese di volume fino a 1 milione).

Sicuramente la qualifica di Zaffiro è stata quella che mi ha fatto capire che avrei veramente potuto farcela, che avrei potuto diventare padrone della mia vita.

Ma sicuramente raggiungere la qualifica di diamante e essere premiato davanti a migliaia di persone negli Stati Uniti insieme al premio come promessa dell’anno è stato quel boost che mi ha permesso di volare.”

(Riccardo Benato)

Non è un segreto: la maggioranza delle gente fallisce nella costruzione della propria attività di network.

Quale consiglio ti senti di fornire alle persone che stanno leggendo le tue parole e sono interessate ad iniziare seriamente un’attività di network marketing?

“Beh, si vero tante persone falliscono…

Ma questa non una caratteristica legata al network marketing, una caratteristica dell’essere umano: se vai in una qualsiasi camera di commercio vedrai che il 90% delle partite iva chiude nel giro di pochi anni.

Questo perché nella vita come nel network marketing per il successo c’è un prezzo da pagare che si chiama sacrificio.

E la maggior parte della gente non è disposta a sacrificare le proprie energie e il proprio tempo per costruirsi seriamente un acquedotto.

D’altronde non tutti sono obbligati a diventare liberi finanziariamente.

Ci sono modi più semplici per vivere la vita, restando appena al di sotto della soglia del successo.

Se hai deciso invece di impegnarti, essere insegnabile, imparare e dare il meglio di te per costruire qualcosa di serio, ti consiglio di sceglierti una compagnia seria, di innamorartene, di sceglierti un buono sponsor che ti segua e di dare il meglio di te facendo un compromesso di almeno 18/24 mesi di impegno totale.

L’unico posto dove successo arriva prima di sudore è solo il dizionario!”

(Riccardo Benato)

Il network marketing è un mondo in continua evoluzione, soprattutto se ci riferiamo alle metodologie riguardanti il “fare contatti”.

Tu quali strategie preferisci utilizzare per coinvolgere e selezionare le persone all’interno del tuo business?

“Sicuramente il fatto che la nostra compagnia commercializzi prodotti di larghissimo consumo che fanno già parte delle abitudini delle persone (caffè, thè , cioccolata ecc…) un punto a nostro favore per sviluppare infiniti contatti giornalmente… quante volte ti successo di invitare un amico a bersi un caffè?

Per la metodologia non credo esista uno schema meccanico, personalmente parlo sinceramente con le persone di un prodotto che per me ha fatto la differenza e che potrebbe farla anche con loro.

In breve quindi essere sinceri, credere in quello che si dice, farlo con entusiasmo, incuriosire e portare le persone a una degustazione, ad un meeting oppure a un incontro dove incontreranno la magia che è data da tante altre persone che sono lì per lo stesso motivo: cambiare qualcosa in meglio nella propria vita.”

(Riccardo Benato)

Riccardo, è stato un piacere averti qui a condividere i tuoi segreti nel campo del network marketing.

Prima di salutarci, te la senti di mettere a disposizione un segreto oppure una strategia di facile applicazione che possa aiutare i nostri lettori a sviluppare la propria rete di clienti e distributori, esattamente come hai fatto Tu?

“Tieni gli occhi sul tuo obiettivo, non farti distrarre da chi non ci crede e da chi non ha voglia di fare.

Lavora su te stesso ogni giorno e quando esci a parlare con le persone della tua azienda devi esserne orgoglioso e ricordarti che tu sei quello che sta facendo qualcosa di CONCRETO per migliorare la tua vita e quella della tua famiglia e che TU stai vedendo il futuro prima che diventi ovvio per la massa.

Buona azione e buona vita a tutti.”

(Riccardo Benato)

Sconfiggi obiezioni network marketing
it_ITItaliano
it_ITItaliano