Unetenet News: In Spagna 20 Persone Arrestate

Unetenet

La polizia spagnola, Lunedì 13 Luglio, ha portato a termine una serie di arresti legati alla presunta truffa di Unetenet.

UnetenetGli arresti sono stati per la precisione 20 e sembrerebbe che tra gli arrestati ci siano molti tra i più importanti dirigenti dell’azienda Unetenet, anche se non sono ancora stati resi noti i nomi.

L’accusa è di aver truffato oltre 50.000 persone (di cui 6.000 solo in Spagna) per un importo che si aggira intorno ai 50 milioni di euro.

I media in spagna hanno divulgato la notizia nella mattinata di ieri quando l’agenzia di stampa Europa Press ha annunciato l’accaduto nel suo sito spagnolo.

Le Tv spagnole hanno poi annunciato questa notizie nel momento più alto di audience in prima serata.

Gli arresti sono avvenuti in varie zone della Spagna, due a Madrid, due nella provincia di Malaga, uno a Valencia, due nella provincia di Alicante, otto in quella di Siviglia e quattro a Arrecife ( Las Palmas ).

La polizia spagnola si è mossa in seguito ad una serie di denunce che negli ultimi mesi si sono rese sempre più frequenti nei confronti della presunta truffa architettata da Jose Manuel Otero e Pilar Ramirez, entrambi spagnoli.

La polizia ha dichiarato che i presunti truffatori coinvolgevano le persone in grandi eventi di Unetenet in Hotel di lusso convincendoli ad investire ingenti somme di denaro con la promesse che queste somme sarebbero raddoppiate.

Quello che sta succedendo è l’ennesima conferma di quella che sembra una truffa a tutti gli effetti. Il nostro team aveva già mostrato le lacune e l’illegalità di questo progetto moltissimo tempo fa (leggi l’articolo qui), ricevendo molti attacchi, insulti e commenti negativi da alcuni “allocchi” caduti nello schema e truffati dalla societa’ (trovi i commenti al post).

Le persone truffate si sono rese anche protagoniste di veri e propri movimenti di massa  per cercare di rimediare ad una situazione in cui migliaia di persone hanno perso decine di migliaia di euro.

Il denaro investito dalle persone venne poi trasformato in moneta virtuale senza alcun reale valore che serviva solo per coprire un ritorno sull’investimento che non arrivava mai.

Questi arresti sono il lavoro di un’anno e mezzo di indagini della polizia spagnola. Tutto era iniziato con una prima denuncia arrivata direttamente da un dipendente di Unetenet, seguita poi da una serie di altre denunce delle persone truffate.

Durante gli arresti e le perquisizioni sono stati ritrovati tantissimi materiale che sono subito stati sequestrati: hard disk, computer, tablet, veicoli di lusso e documenti relativi alla frode e al riciclaggio di denaro.

È stato anche bloccato il conto corrente su cui i detenuti hanno versato i soldi che apparterrebbero ai truffati di Unetenet su cui risultano: 5 milioni di euro, più 20 milioni di dollari USA, 2.600 dollari canadesi, 1.600£ e 365 dollari australiani.

La fine

Grazie al lavoro svolto dalla polizia spagnola sembra proprio che questa storia stia per trovare la sua fine!