Fake news e Coronavirus: Facebook segnala 40 milioni di post

Fake news Facebook

Table of Contents

Fake news e Coronavirus: Facebook segnala 40 milioni di post

Nel mese di marzo Facebook ha segnalato circa 40 milioni di post riguardanti fake news sul Coronavirus.

Ma il social network di Mark Zuckerberg non si è limitato a fare solo questo…

Infatti ha dichiarato guerra alla disinformazione riuscendo anche a reindirizzare più di due miliardi dei suoi utenti verso i contenuti forniti dall’Organizzazione mondiale della Sanità (OMS).

Tutte le informazioni sulla notizia di oggi

Di recente Facebook si è dedicato seriamente a combattere la disinformazione generata dalle fake news diffuse sulla propria piattaforma social.

Nello specifico si è reso necessario utilizzare dei pop up informativi.

Gli avvisi, che comparivano vicino alle notizie sospette, sono riusciti a reindirizzare molti utenti verso la pagina del Centro Informazioni sul Covid-19.

Centro Informazioni Coronavirus

Nel 95% dei casi le persone non sono andate a vedere il contenuto originale consigliato dagli autori delle bufale.

Questo grazie proprio a questi segnali.

Lo scopo primario resta quello di informare in maniera corretta i propri visitatori offrendo loro solo notizie verificate provenienti dall’OMS e da altrettante fonti attendibili.

Per agevolare le operazioni di controllo sulle fake news, Facebook ha collaborato con circa 6o strutture professionali di “fact-checking” sostenendole anche a livello economico.

Queste organizzazioni si adoperano in prima linea per scovare e analizzare i contenuti irregolari che vengono diffusi su Facebook.

Oltre ad avvisare gli utenti, il social di Mark Zuckerberg ha anche fatto pulizia dei tantissimi post di fake news che potevano ingannare le persone meno esperte.

Fake news vs notizie vere

Come riconoscere le fake news sul Web

Come possiamo riconoscere velocemente una notizia vera da una bufala riguardante il COVID-19?

Principalmente esistono 3 modi per scovare le fake news:

#01. CONTROLLA SEMPRE LA DATA DI PUBBLICAZIONE DELLA NOTIZIA

#02. ISPEZIONA L’URL DEL SITO DOVE E’ PUBBLICATA LA NOTIZIA

#03. VERIFICA SE ALTRE FONTI AUTOREVOLI HANNO RIPRESO LA NOTIZIA

In ogni caso se ti trovi davanti a qualcosa di sospetto, segnala le fake news direttamente a Facebook.

Solo una cosa NON devi mai fare…

Condividerla sui tuoi profili social, altrimenti diffondi il “contagio” della mala informazione!

Una risorsa molto utile

Il Ministero della Salute e l’Istituto Superiore della Sanità hanno appena creato una risorsa molto utile per combattere la diffusione delle fake news.

Infatti hanno lanciato una sezione speciale del proprio sito all’interno della quale vengono segnalate le principali bufale che attualmente girano in rete.

Ovviamente solo quelle riguardanti il Coronavirus che attualmente sono in aumento.

Nel momento in cui scriviamo questo articolo ne puoi trovare oltre cinquanta.

Alcune delle quali sono decisamente curiose.

Ma il portale è in costante aggiornamento…

Dunque in questi giorni vai a visitarlo… potresti trovare degli spunti molto interessanti!

Risposte

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *