Intervista ad Andrea Fontanetto, venditore telefonico d’assalto

andrea fontanetto intervista

Oggi abbiamo il piacere di incontrare un ragazzo che, a soli 23 anni, in un unico anno di attività, ha fatto comprendere a tutti il suo enorme talento nella vendita telefonica. Andrea Fontanetto è oggi con noi per parlarci del suo modello di business, del modo in cui ha scoperto che la sua strada non era quella programmata nei primi anni dell’università, del suo percorso di crescita e della sua esplosione come venditore di un’azienda di formazione top del nostro Paese.

Curiosi di saperne di più? Andiamo subito a conoscere Andrea Fontanetto!

Andrea Fontanetto: chi è il venditore telefonico under 25

01. Ciao Andrea. Vuoi raccontarci brevemente chi sei e cosa fai?

Sono Andrea Fontanetto, ho 23 anni e sono venditore telefonico per una delle più graandrea fontanetto venditore telefonicondi aziende di formazione in Italia nel mondo dell’e-commerce.
Il mio lavoro ad oggi consta nel vendere servizi di formazione (a fronte di consulenze o video corsi) al telefono.

Tutto è iniziato a 17 anni. Era il 2015, l’anno in cui ho fatto una delle più belle esperienze della mia vita: ho trascorso un anno all’estero, in Belgio.
Oltre ad essermi goduto al massimo il Paese, ho compiuto enormi passi avanti anche con il mio livello di inglese.
È stato proprio in Belgio che ho iniziato a guardare i primi video formativi in ambito vendita, con formatori top a livello internazionale, come Dan Lok, Sam Ovens, Jordan Belfort. Così è scattata la mia passione per la vendita e il marketing.

Finito il quinto anno di superiori, ho deciso di iscrivermi all’Università di Scienze Biologiche; da grande appassionato del fitness quale sono, avevo il sogno di diventare un nutrizionista.

La vera svolta è arrivata nel giugno 2020, a 2 esami dalla laurea, quando ho deciso di fare il salto definitivo e di mollare tutto. Ormai avevo capito che l’università non era più la mia strada.
Ho deciso così di dedicarmi completamente alla vendita, impegnandomi al 100% in un percorso che già stavo seguendo da qualche mese, ma con scarsi risultati.

02. Parli della svolta, del salto definitivo: qual è stata la molla che ha innescato il desiderio di cambiamento?

Sono sempre stato un grande appassionato di comunicazione, marketing e finanza personale.
Come detto, fino a gennaio 2020 il mio unico obiettivo era quello di diventare un nutrizionista.

La prima molla del cambiamento è scattata guardando la pubblicità di un ragazzo americano che sponsorizzava il suo Infoprodotto inerente la creazione di una agenzia di marketing. Da quando l’ho vista, ho deciso di comprare immediatamente il suo corso a quasi 2000 euro, iniziando a studiare fin da subito.

Ciò che mi ha appassionato di più è stato il modulo sulla vendita: ho capito che era ed è veramente possibile lavorare dove e quando voglio come venditore per un’agenzia.

La molla vera e propria verso la svolta è scattata definitivamente proprio dal desiderio di poter gestire il mio tempo al meglio senza dover sottostare ad orari lavorativi prestabiliti o l’obbligo di dover lavorare in un ufficio.

03. In quanto tempo Andrea Fontanetto ha raggiunto quel primo risultato che gli ha fatto capire che questa sarebbe stata la sua strada? Com’è andata?

Nei primi 5 mesi di attività non arrivavo neanche a 600 euro al mese.
Inoltre, la scelta di lasciare l’Università ha portato tutti a remarmi contro, compresi i miei genitori e amici.

Penso sia stata questa difficoltà a farmi fare il salto di qualità: la necessità di voler dimostrare a tutti che si stavano sbagliando.
Ho iniziato ad impegnarmi 100 volte tanto, con l’intera giornata a disposizione, concentrandomi completamente sulla mia formazione e sull’apprendere ogni giorno nuove skills di vendita.

Da luglio 2020 le mie commissioni mensili hanno iniziato a raddoppiare, di mese in mese. E ho capito che, se avessi voluto, avrei potuto diventare il migliore venditore della mia azienda. Ho capito anche che l’abilità di vendita telefonica faceva parte di me, era una skill naturale, e che, con sana e costante pratica, avrei potuto migliorare sempre di più.

04. Descrivici meglio il tuo modello di business.

In realtà il tutto è piuttosto semplice.

andrea fontanetto vendita telefonicaL’azienda per cui lavoro si occupa del reparto marketing e di acquisizione di lead (potenziali clienti). Le persone che dimostrano interesse verso il commercio online vengono “invitate” a guardare un video introduttivo in cui vengono descritte le potenzialità dell’ecommerce di oggi e di come la nostra azienda può aiutarli.

Il mio lavoro consiste nel contattare queste persone e spingerle all’acquisto del nostro videocorso completo o percorso di consulenza.

La trattativa può avvenire sia in chiamata sia per messaggio.

Considera che un venditore telefonico, se supportato da una buona struttura aziendale, può ottenere grandi risultati, guadagnando anche 6 cifre all’anno. Per fare un esempio, durante il primo anno di attività, ho chiuso uno dei miei mesi migliori a 15k. E, parlando sempre di numeri, sono arrivato a chiudere anche pacchetti da 20k con il 10% di commissione con 40/60 minuti di call. Questo per dire che più si diventa esperti, maggiori sono le possibilità di guadagnare anche 2000€ o più in una sola ora (ovviamente non succede sempre).

05. Come può rivelarsi utile e funzionale quest’attività per te e per chi ti circonda?

Oltre alle possibilità di guadagno e carriera interne, quest’attività può essere un ottimo punto di partenza a costo zero; non necessita di grossi investimenti, ma può essere utile per iniziare a guadagnare e a risparmiare, per poi investire in un’altra attività. Ricordiamoci che ad oggi la maggior parte delle modalità di guadagno online necessita del capitale iniziale. Dunque questo può essere un ottimo modo per generarsi le prime rendite e poi decidere come proseguire il proprio percorso.

06. Svelaci i tuoi segreti e consigli per farcela.

Mi è stato chiesto molte volte come sia possibile che io guadagnassi 3 volte tanto rispetto agli altri miei colleghi. La realtà è che non esiste niente altro che la costanza e il duro lavoro.
Per i primi mesi non ho fatto altro che studiare, studiare e studiare, senza vedere un minimo risultato.
Da quando ho messo il 100% del mio focus su questa attività c’è stata una esplosione.

Diciamo che forse troppe persone si concentrano esclusivamente sulla skill di vendita, quando essa può non essere applicabile al proprio modello di business.
Io credo in un approccio più flessibile. Ovvero nel cercare di formarsi in modo completo e affiancare determinate skills al modello di business per cui si vende, creandosi un proprio stile e metodo di vendita che ovviamente vada a braccetto con l’azienda per cui si vende.

07. Hai avuto un mentore? Quanto ha influito sul tuo percorso?

Assolutamente si, in realtà più di uno. Per citarne alcuni, senz’altro Sam Ovens, Dan Lok, Jordan Belfort e Gran Cardone.
Ma penso che la mia abilità nella vendita sia legata a un mix di informazioni che ho raccolto, unendo il mio modello di vendita, associato al modello di comunicazione e di marketing dell’azienda per cui lavoro.

08. Che consigli vuoi dare a chi intraprende questa strada e si scontra con le difficoltà iniziali?

Le difficoltà ovviamente ci saranno sempre. Specialmente se si è un libero professionista di questo tipo, ci saranno mesi in cui vendi di più e mesi in cui vendi di meno.

andrea fontanetto venditore topL’importante è capire il perché si vende di meno e capire come correggere quello che si fa, strada facendo. Un altro consiglio è sicuramente quello di imparare da chi sta andando meglio. Se una persona ottiene più risultati di noi, sicuramente sa o fa qualcosa che noi non sappiamo. Non è mai solo fortuna.

E poi… guardare video su Youtube, leggere libri, studiare videocorsi, ottenere consulenze. Questo è ciò che fa fare veramente il salto di qualità nel minor tempo possibile.

Pensandoci, un’altra cosa importantissima per me è stato e sarà sempre il continuo confrontarmi con persone che hanno una visione e degli obbiettivi analoghi ai miei. È grazie alle persone già nel settore che ho potuto migliorarmi, ricevendo continui feedback ed analisi fondamentali.

09. Quali caratteristiche/skills secondo te sono fondamentali per intraprendere quest’attività?

Empatia, ascolto delle necessità ed obbiettivi del prospect; sicuramente anche la capacità di parlare in modo tranquillo, chiaro e senza sembrare “needy”.

Saper vendere è una delle abilità più importanti delle persone di successo. Saper comunicare a voce e saper influenzare le persone a compiere una azione è fondamentale, specialmente se si desidera creare un proprio business.

10. Come ha impattato la pandemia sul business di cui fai parte?

La pandemia non ha impattato minimamente sull’attività. Anzi, se una azienda ha una forte e strutturata presenza online, la pandemia può aver determinato solamente una crescita esponenziale.

11. Quali sono i tuoi obiettivi futuri?

Mi piacerebbe molto andare ad aiutare le persone che vogliono migliorare le skills di cui ti ho parlato. E vorrei anche implementare la vendita telefonica in tutti quei business che ad ora ancora non la utilizzano.

12. Andrea, ti ringraziamo per averci incontrato. Vuoi aggiungere qualcosa che non ti abbiamo chiesto?

Nulla accade per caso. Se si pensa che fare il venditore equivalga a fare soldi facili e senza impegno, ci si sbaglia di brutto. Purtroppo ad oggi questa professione viene esposta come il Santo Graal per fare soldi; in realtà, come ogni lavoro da libero professionista, se si vuole spiccare bisogna impegnarsi, formarsi e sudare. Ma le soddisfazioni arrivano, eccome se arrivano.

 

Se vuoi rimanere aggiornato su Andrea Fontanetto, seguilo su Instagram.

E se pensi che la vendita telefonica possa fare al caso tuo, ma non sai da dove partire, scrivici! Il nostro team non vede l'ora di aiutarti a intraprendere un percorso ricco di formazione e soddisfazioni.

Non dimenticare che ti aspettiamo anche all'interno del nostro esclusivo Network Marketing Club!

Risposte

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *