Kobe Bryant, un giocatore capace di “giocare” in più ruoli… anche nel business

Kobe Bryant imprenditore

Table of Contents

Kobe Bryant, un giocatore capace di “giocare” in più ruoli… anche nel business

La vita di Kobe Bryant (e quella di altre otto persone tra cui sua figlia Gianna) è stata spazzata via in pochi attimi a causa di un bruttissimo incidente in elicottero che si è verificato domenica scorsa a Calabasas (Los Angeles).

Di questa tragedia ne stanno parlano (e scrivendo) tutti… sono tantissimi i post di cordoglio diffusi in queste ultime ore sui vari social network.

Anche il profilo Instagram di Kobe (conosciuto con il soprannome di “Black Mamba“) ha subito un’impennata notevole di nuovi followers nelle 24 ore successive alla sua scomparsa.

Ma l’articolo che oggi vogliamo condividere con Te qui su “Business da Casa” non riguarda i dettagli della tragedia che ha causato la morte del fuoriclasse dei Los Angeles Lakers.

E non faremo neppure accenno al suo ricco passato sportivo…

Se cerchi notizie di questo tipo allora ti consigliamo di dare un’occhiata veloce qui.

La nostra redazione vuole ricordarlo in maniera diversa.

Come?

Ripercorrendo insieme a Te alcune tappe fondamentali riguardanti la sua vita imprenditoriale.

Kobe Bryant era un imprenditore (e investitore) illuminato… praticamente un vero giocatore “ALL AROUND”!

Infatti, anche negli affari, sapeva giocare con successo in diversi ruoli.

I suoi migliori “canestri” nel mondo degli affari

Quando usciva dai campi di gioco Kobe Bryant aveva una seconda vita.

E non era di certo un’esistenza costituita da eccessi e da serate in discoteca…

Kobe “giocava” a fare l’imprenditore e l’investitore.

E lo sapeva fare dannatamente bene.

E’ stato un modo molto saggio per diversificare le sue entrate.

Poi, quando nel 2013 ha preso la decisione di lasciare per sempre il mondo del basket, è diventato un imprenditore a tempo pieno.

Kobe Bryant Incidente
Grazie alle sue intuizioni, in pochi anni è riuscito a creare un impero commerciale composto da:

  • centri professionali di atletica;
  • commercio di bevande energetiche;
  • una società di produzione di contenuti multimediali;
  • un fondo venture capital da 100 milioni di dollari.

Imprese Hi-tech, bevande energetiche e una linea di abbigliamento sportivo…

Con la costituzione del fondo “Bryant Stibel” (nato nel 2013 e lanciato tre anni dopo insieme al suo socio Jeff Stibel), l’ex leggenda della NBA ha fornito supporto finanziario a diverse start up e ad alcuni colossi del mondo tecnologico (tra cui Alibaba e Dell).

Mentre per quanto riguarda il settore delle bevande sportive, nel 2014 Kobe Bryant ha deciso di investire sei milioni di dollari in BODYARMOR, un drink energetico lanciato come sana alternativa al famosissimo Gatorade.

Non c’è dubbio: è stato un ottimo affare nel quale è entrata anche la Coca cola…

Questo esattamente quattro anni dopo.

Un’operazione vincente che ha fatto ottenere all’atleta una plusvalenza milionaria.

Nel 2016 invece Kobe fonda la società di produzione multimediale Granity Studios.

Kobe Bryant GRANITY STUDIOS

L’obiettivo era quello di produrre contenuti originali in grado di raccontare in maniera diversa storie riguardanti lo sport.

Attraverso questa attività Kobe Bryant ha ideato e prodotto il film “Dear Basketball“, che ha ottenuto un premio significativo (infatti è stato votato come miglior cortometraggio animato nel 2018).

Inoltre Granity Studios ha lanciato numerosi libri, tra cui anche “The Mamba Mentality: How I Play”, l’autobiografia ufficiale di Bryant.

Ultimamente, prima della tragedia, Kobe stava lavorando al lancio di “Mambacita“.

Mambacita?

Si era così che il fuoriclasse amava chiamare sua figlia Gianna…

Utilizzando questo soprannome avrebbe lanciato una linea di abbigliamento sportivo.

Purtroppo l’incidente di domenica scorsa non gli ha permesso di farlo…

7 Frasi di Kobe Bryant che ti aiutano a fare “canestro” nel tuo business da casa:

Terminiamo questo lungo articolo riguardante i successi di Kobe Bryant (da investitore e come imprenditore) con una selezione delle sue migliori frasi motivazionali.

Siamo certi che ti potranno essere utili per portarti a raggiungere i tuoi obiettivi da imprenditore (o imprenditrice) digitale:

  1. “Arrivare secondo significa essere solo il primo tra gli sconfitti”
  2. “Devi ricordarti che quello che fai è una benedizione. Che è un gioco, semplicemente un gioco. Devi recuperare l’istinto di quando eri bambino”
  3. “Gioco ogni gara come se fosse l’ultima ed è frustrante vedere gli altri che non la pensano così”
  4. “Non importa quanto segni: Quello che conta è uscire dal campo felice”
  5. “Devi diventare forte, una roccia. Sennò non sopravvivi”
  6. “Sono praticamente inarrestabile. Quando la partita si mette male, i miei compagni sanno a chi rivolgersi”
  7. “Se non credi in te stesso, chi ci crederà?”

Risposte

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *