Crowdfunding in Italia: ciò che devi sapere

crowdfunding in Italia

Hai la tua idea di start up, ma non sai come finanziarla? Abbiamo la soluzione che ti consentirà di avviare concretamente la tua realtà imprenditoriale. Come tutti sappiamo, le idee, per quanto belle e interessanti, molto spesso non sono sufficienti e, soprattutto nel mercato imprenditoriale, i capitali sono essenziali. Per fortuna il crowdfunding in Italia, così come in molti altri Paesi del mondo, negli ultimi anni ha visto una crescita significativa e rappresenta, a tutti gli effetti, la soluzione che stavi cercando.

Grazie al crowdfunding, infatti, puoi richiedere il sostegno di un gruppo che investirà collettivamente sulla tua idea imprenditoriale, per trasformarla in realtà.

Ma partiamo dall'inizio.

Crowdfunding: cos’è

Cos’è il crowdfunding? Si tratta di uno strumento molto utilizzato per finanziare progetti di varia natura: imprenditoriali, sociali, profit e no profit. In altri termini, è quello che in gergo viene chiamato raccolta fondi.

Negli ultimi decenni, questo metodo ha preso sempre più piede nel mondo delle startup, aiutando a finanziare e a dare vita a numerose realtà imprenditoriali e creative.

È dunque un metodo nato come microfinanziamento dal basso che coinvolge diverse persone e risorse e ad oggi rappresenta uno dei finanziamenti più utilizzati in progetti imprenditoriali, specie in Italia.

Come funziona il crowdfunding in Italia?

Il crowdfunding oggi ti permette, anche grazie alle opportunità offerte dal web, di finanziare la tua impresa o la tua idea di start up. Come? Attraverso una rete che promuove il progetto che hai in mente, assicurandoti il capitale che ti serve senza dover ricorrere a intermediari finanziari tradizionali.

Il crowdfunding può essere considerato uno strumento innovativo di finanza alternativo al credito bancario, che può anche ricoprire un’importante funzione di marketing.

Quello che il crowdfunding si propone di fare per la tua azienda è: da un lato, la facilitazione della raccolta di fondi, contando su una rete di potenziali investitori; dall'altro, l'opportunità di testare e ottenere la validazione del settore sull’efficienza del tuo progetto.

Ora che abbiamo capito cos’è e come funziona il crowdfunding, vediamo concretamente come si possono raccogliere finanziamenti di questo genere in Italia.

Come fare crowdfunding in Italia

Ecco i passaggi da seguire, per rendere reale la tua idea imprenditoriale, da integrare ai tradizionali incentivi per start up e imprese:

  1. Fai una richiesta di finanziamento tramite crowdfunding su una piattaforma online, fissando una somma-obiettivo
  2. La piattaforma di crowdfunding valuterà il tuo progetto e deciderà sulla base di alcuni criteri se rendere pubblica l’offerta di finanziamento o rifiutare
  3. Se la tua domanda viene accolta, il tuo progetto viene caricato online e reso pubblico agli investitori iscritti alla piattaforma, per permettere a ciascuno di valutare l’investimento
  4. Verrà poi aperta la finestra di crowdfunding, il tempo limitato entro cui i privati possono investire nel tuo progetto
  5. Se il tuo progetto raggiunge la somma obiettivo, esso verrà finanziato; in caso contrario il denaro verrà restituito agli investitori e la tua domanda resterà non accolta
  6. Infine, se la tua campagna di crowdfunding è andata a buon fine, potrai incassare il denaro e avviare il tuo progetto, mantenendo aggiornati gli investitori e, a seconda degli accordi presi, ricompensarli.

Tutti i siti di crowdfunding hanno le proprie peculiarità, come tariffe e bacini di utenza diversi, ma il concetto che sta alla base è lo stesso: invii il tuo progetto alla piattaforma di crowdfunding che hai scelto, con un obiettivo di raccolta fondi e una scadenza.

Esistono dunque vari tipi di crowdfunding, ma in Italia quello che viene considerato come il più funzionale è sicuramente l’equity crowdfunding. Vediamo assieme di cosa si tratta.

Equity crowdfunding in Italia

L’equity crowdfunding è forse la forma più diffusa di crowdfunding, soprattutto nel mondo delle startup.

Questo tipo di finanziamento ha conosciuto durante il 2020, nonostante la pandemia, una forte crescita. Tramite tale tipologia di crowdfunding è possibile investire, in Italia, in start up innovative o piccole medie imprese, in cambio di quote societarie, diventando dunque dei soci di minoranza.

Quando e se lo scopo della campagna viene raggiunto, la start up potrà essere considerata un’azienda vera e propria. In questo caso però i finanziatori avranno diritto a ricevere una parte degli utili sotto forma di dividendi.

Vediamo ora le migliori piattaforme di crowdfunding in Italia

Le migliori piattaforme di crowdfunding italiane

Stai cercando la tua piattaforma crowdfunding per investire nella tua start up? Ecco la classifica delle migliori piattaforme attualmente attive sul suolo nazionale.

Ad oggi le piattaforme che permettono di fare crowdfunding in Italia sono oltre 100. Esistono tipologie che si dedicano al crowdfunding per settori specifici, come ad esempio quello immobiliare.

Ma come muoversi? Quali siti di crowdfunding consultare? E quali piattaforme sono considerate le più affidabili?

Scopriamole assieme.

WeAreStarting, società tutta italiana che ti offre opportunità di investimento a partire da 250 euro. Questa piattaforma opera attraverso la formula standard proposta per il finanziamento delle start up: l’equity crowdfunding.

Se ci spostiamo nel settore immobiliare, ti segnaliamo altre piattaforme italiane:

Walliance è una start up nata su iniziativa del Gruppo Bertoldi ed è il primo portale di real estate equity crowdfunding che è stato autorizzato da CONSOB. La stessa storia è condivisa da Concrete Investing, che ti permette invece di visionare, valutare e investire in operazioni immobiliari attraverso un metodo rapido e trasparente. Anche Walliance e Concrete operano entrambe con la formula standard dell’equity crowdfunding.

Se invece la tua idea è quella di trasformare una vecchia struttura in un luogo moderno e funzionale, anche in questo caso abbiamo la piattaforma di crowdfunding italiana che fa al caso tuo. Re-Lender, nata di recente, trova il suo punto di forza nella sostenibilità, finanziando progetti di rinnovamento ambientale, energetico e tecnologico.

Qual è la tua idea imprenditoriale? Pensi di prendere parte a un progetto italiano di crowdfunding in futuro? Se stai intraprendendo la strada dell'imprenditorialità e vuoi trasfromare la tua idea in un vero e proprio business, entra in contatto con noi. I migliori esperti del settore ti aspettano all'interno dell'eCommerce Club e degli altri esclusivi club made by Business Da Casa.

Risposte

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *