fbpx

Email Marketing: La guida per iniziare

email marketing

Email Marketing: La guida per iniziare

L’email è stato uno dei primi canali di comunicazione online e, uno dei primi canali di marketing online utilizzato dalle aziende.

La prima campagna di email marketing fu lanciata nel 1978 e generò la bellezza di $13 milioni di vendite. Non male per una sola email eh?

Da allora i marketer hanno utilizzato questo canale incessamente e oggi, nel 2020, molti si chiedono: 

Ma l’email marketing funziona ancora?

Dopotutto, dopo l’email, sono nati tanti nuovi canali di comunicazione che le aziende possono sfruttare: Facebook, Instagram, Messenger, WhatsApp.

Tutti questi nuovi media hanno portato tanti imprenditori a predicare la morte dell’email marketing. La verità è che questo canale è tutt’altro che morto.

E chi non si fa prendere dalle nuove tendenze del momento e si concentra su ciò che ha sempre funzionato, può avere risultati incredibili creando campagne email.

Infatti questo è un canale molto diverso dai social. È più diretto e permette di entrare in intimità con il tuo pubblico, creando una relazione molto più forte di quanto si potrebbe fare con un post su Instagram.

E, a differenza del marketing via Messenger o WhatsApp, è un canale che non devi pagare per utilizzare. Se vuoi mandare campagne via Facebook Messenger, devi pagare Facebook. Mentre, con l’email, una volta che hai avuto il permesso dei tuoi leads a inviare loro email, puoi inviare tutte le campagne che vuoi senza spendere un centesimo.

E forse, è questo il motivo per cui in media, l’email marketing ha un ROI del 400%. Per caso conosci un altro media che abbia un ROI più alto?

Sei preoccupato del fatto che le persone non leggono più le email?

Beh, a prova che la mail funziona ancora, ci sono business lì fuori basati interamente sull’email: Morning Brew, The Hustle, WHAT THE AFF.

Queste aziende media utilizzano come unico canale di comunicazione l’email. Dunque, se non sei ancora convinto sull’effettività dell’email, questi esempi reali dovrebbero averti convinto.

Come creare campagne di email marketing

Prima di parlare di come creare delle efficaci strategie di email marketing, dobbiamo chiarire una cosa: 

Fare email marketing non significa spammare la tua lista

E questo è uno delle principali cause che ha portato molti marketers ad abbandonare l’email.

La maggior parte delle aziende ha abusato nel tempo degli indirizzi email dei propri clienti fino a saturare questo canale. L’email è stato usato in modo aggressivo portando le persone a pensare che quasi tutti i messaggi pubblicitari ricevuti via email fossero spam.

La verità, è che se l’email marketing viene fatto bene, tenendo presente i bisogni degli iscritti senza spammarli con continui messaggi pubblicitari, l’email marketing è uno dei migliori canali che puoi usare.

Andiamo a vedere gli step necessari per creare delle campagne di email marketing.

Inizia a costruire la tua lista

La prima cosa che ti serve per iniziare a fare email marketing sono gli iscritti a cui mandare le tue campagne email. Magari hai già una lista dei clienti del tuo e-commerce.  Oppure hai una lista di persone che ha scaricato un lead magnet o uno sconto, ma non hai mai inviato loro delle campagne email.

Se fai parte di uno dei due casi, ottimo! Hai già qualcosa con cui iniziare, ma non dimenticarti di continuare a raccogliere iscritti.

Se invece non hai ancora una lista, beh, inizia subito a raccogliere i contatti email della tua audience!

Come far crescere la tua lista 

I modi per incrementare il numero di iscritti alla tua lista è usare un lead magnet. Ovvero, qualcosa di valore che dai agli iscritti in cambio del loro indirizzo email.

Se fai dropshipping o gestisci un e-commerce, puoi offrire un incentivo al tuo pubblico come uno sconto del 30% o la spedizione gratuita.

Se fai affiliate marketing, puoi creare una guida o un eBook che risolva un problema che il pubblico della tua nicchia ha, e offrire questa guida gratis in cambio di un ebook. Questo metodo può essere usato anche da chi fa e-commerce.

Un altro modo per raccogliere indirizzi email è tramite l’uso di quiz. Puoi creare un quiz inerente alla nicchia del tuo business e raccogliere le email in cambio dei risultati.

Una volta capito come raccogliere indirizzi email, puoi iniziare a fare delle campagne pubblicitarie su Facebook per promuovere la guida o gli sconti e raccogliere piu iscritti possibili.

Scegli il provider giusto per campagne email migliori

L’email provider è lo strumento che ti serve per collezionare iscritti e lanciare le tue campagne. Se non sai quale scegliere, il team di Business Da Casa ha recensito diversi servizi in questo articolo.

Inoltre, in quest’altro post, abbiamo recensito uno degli email provider preferiti di Business Da Casa. 

Questa scelta è fondamentale per le tue campagne di email marketing.

Crea un optin form che converte

L’opt in form è il modulo in cui i visitatori inseriscono i loro dati, indirizzo email compreso, per iscriversi alla tua lista.

È importante avere un opt in form ottimizzato in modo da convertire più visitatori possibili in iscritti.

Alcuni consigli per avere un modulo d’iscrizione performante sono:

  1. Titolo accattivante: assicurati che il titolo descriva chiaramente il grande vantaggio del tuo lead magnet.
  2. Descrizione utile: la tua descrizione è breve, chiara e precisa? Utilizza Gli elenchi per aiutare l’occhio del lettore a scansionare rapidamente ciò che otterrà.
  3. Grafica accattivante: se possibile, includi un’immagine del lead magnet (come la copertina del tuo eBook). Anche una foto di una persona che guarda verso il modulo optin è un ottimo modo per aumentare le conversioni. Abbiamo un fantastico elenco di strumenti per la creazione di contenuti visivi che possono aiutarti a creare effetti visivi straordinari.
  4. Modulo semplice: non provare a chiedere più di un nome e un indirizzo email. Chiedere troppe informazioni diminuirà le tue conversioni.
  5. Pulsante di iscrizione: assicurati di utilizzare un colore contrastante per il pulsante di iscrizione, in modo che venga visualizzato sulla pagina.

Oltre ad avere un opt in form accattivante, anche la landing page dove piazzi il modulo deve essere ottimizzata. Per questo topic ti rimandiamo a questa guida in cui ti spieghiamo come ottimizzare il tasso di conversione delle tue landing pages.

Crea sempre contenuti di valore 

Come abbiamo già detto prima, non devi usare l’email marketing solo per inviare promozioni pubblicitarie, ma anche, anzi SOPRATUTTO per inviare contenuti di valore e creare una relazione con la tua audience.

Questa farà in modo che i tuoi iscritti vadano nel loro inbox apposta per cercare le tue email.

Non limitarti a inviare email con discount per fare vendite. Crea valore per il tuo pubblico.

Che contenuti dovresti inviare? Beh, la creazione di contenuti è un argomento enorme e per questo motivo, abbiamo scritto una guida intera sulla creazione di contenuti di valore

Segmenta la tua lista

Questo è importante soprattutto quando dovrai mandare contenuti pubblicitarie per fare vendite.

Segmentare la tua lista significa dividere gli iscritti in base ai loro interessi.

Facciamo un esempio per chiarire meglio.

Mettiamo caso che tu venda integratori per la salute. Probabilmente nella tua lista ci saranno persone interessate ad integratori per la crescita muscolare e persone interessate ad integratori per perdere peso.

Oggi, gli email provider ti permettono di dividere gli iscritti in base alle email che leggono o ai link che cliccano nelle email.

Dunque, puoi usare gli strumenti forniti dal tuo email provider per suddividere gli iscritti. Dunque, se mettiamo caso vuoi creare una promozione, manderai sconti sugli integratori dimagranti agli iscritti in questo segmento. Mentre, per gli iscritti interessati a perdere peso, invierai email per questi prodotti.

Fai attenzione allo spam quando invii campagne email

Una delle cose da tenere presente quando invii email è che i tuoi messaggi non finiscano nella cartella dello spam.

Per fortuna, molti email provider, tra cui GetResponse, oggi ti permettono di condurre dei test per capire se il tuo messaggio finirà nella casella principale o nello spam dei tuoi iscritti.

Crea subject lines che risucchiano il lettore

La subject line è il titolo della mail che il lettore vede prima di aprire l’email. Dunque una subject line accattivante può fare la differenza tra un’email letta e un’email lasciata nel dimenticatoio.

Alcuni consigli per subject line che spingono il lettore ad aprire le tue email sono:

  • Crea curiosità.
  • Includi numeri nella frase.
  • Usa il tono di voce dei tuoi iscritti.

Più farai campagne di email marketing, meglio capirai quali subject line funzionano meglio.

Utilizza gli autorisponditori per le tue campagne email

Per automatizzare il processo, puoi utilizzare gli autoresponder, ovvero, creare delle sequenze email automatizzate. Quindi, una volta che hai creato una sequenza di 10-12 email, non devi far altro che concentrarti sul far crescere la tua lista e le email verranno inviate automaticamente agli iscritti con i tempi che tu deciderai.

Puoi usare GetReponse per creare facilmente sequenze email automatizzate

Email Marketing: Conclusioni

Ora, la prossima volta che senti la frase “l’email marketing è morto”, ricordati di questo post e di perchè non dovresti trascurare questo incredibile canale di comunicazione. I consigli in questo post dovrebbero darti una buona base per creare delle campagne email dal ROI che schizza alle stelle.

 

L’email marketing è stato uno dei primi canali di digital marketing è rimarra un canale profittevole ancora per molto.

it_ITItaliano
it_ITItaliano