Guadagnare Con Un Blog: La Guida

Table of Contents

Guadagnare con un BlogIn questo post parleremo di una delle cose più ricercate su Google: “Come guadagnare con un blog”. Benché all’apparenza possa sembrare una cosa molto semplice, guadagnare con un blog non lo è affatto. Le persone credono (erroneamente), che guadagnare con un blog significhi crearne uno, scrivere le prime quattro cose che passano per la mente, e guadagnare.

Purtroppo, o per fortuna (dato che così la concorrenza diminuisce), è molto più complicato. In questo articolo ti spiegheremo le cose che devi fare se vuoi guadagnare con un blog.

Step numero 1: La Nicchia

Parlare del più e del meno non serve a niente. Il motivo è che il tuo pubblico non sarebbe assolutamente targhettizzato, il che implica diversi limiti tra cui quello di non potergli vendere niente di preciso, ne quello di poter posizionare pubblicità ben targhettizzata, e pertanto remunerativa.

Quello che devi fare è scegliere una nicchia di mercato che ti potrebbe interessare, ecco alcuni esempi:

  • Salute (integrazione, benessere fisico, diete alternative, particolari frutti/cure/diete, etc)
  • Trading (forex, mercati azionari, borsa, notizie di borsa, opzioni binarie)
  • Sport (nuoto, calcio, rugby, corsa, atletica…)
  • Hobbies
  • Real estate
  • Lusso
  • Macchine
  • Motori
  • Incontri
  • Etc…

Come vedi di nicchie ne esistono parecchie, e potremmo continuare presso ché all’infinito, ma non sarebbe utile ne a te ne a noi.

Il modo migliore per definire se una determinata nicchia di mercato ha abbastanza traffico (visitatori web) ti consigliamo di usare Google Keyword Planner, lo strumento gratuito di Google Adwords che ti permette di vedere quante persone cercano una determinata parola chiave (e quindi definire se una nicchia può essere interessante o meno).

Una volta dentro ti basterà scegliere la nicchia, digitare le parole chiave più pertinenti, e definire se c’è “abbastanza pubblico” oppure no. Ovviamente un consiglio è quello di cercare una nicchia verso la quale si possano nutrire degli interessi, altrimenti bloggare diventerà particolarmente noioso, e guadagnare con un blog impossibile.

Step 2: Creare il sito con WordPress

Questa fase implica due step: la scelta del dominio e quella dell’hosting. Puoi leggere questo articolo in cui ti spieghiamo come creare un sito con WordPress velocemente e nel modo più economico possibile (qui l’articolo).

Step 3: Decidere Attraverso Quali Canali Monetizzare Il Blog

Una volta decisa la nicchia di mercato dovrai decidere quali strumenti di monetizzazione utilizzare, e potrai scegliere tra:

  • Pubblicità (es. Google Adsense)
  • Affiliazioni (es. Clickbank)
  • CPA (Dipendono dalla nicchia)
  • CPL (Dipendono dalla nicchia)
  • Amazon Programma di Affiliazione
  • Prodotti tuoi

Questi sei metodi per monetizzare il tuo blog possono permetterti grosse entrate mensili, ma dovrai sceglierle bene ed assicurarti di ottimizzare i tuoi siti per queste.

Google Adsense è uno dei network pubblicitari più famosi ed utilizzati al mondo. Nonostante in molti dicano che ormai con Adsense non si guadagni più ti assicuro che è ancora possibile portarsi a casa bonifici a 4 zeri a fine mese.

Purtroppo con Adsense NON tutte le nicchie pagano uguali, per cui dovrai “stare” attento alla tipologia del tuo blog. Un blog sulla finanza per intenderci, può farti guadagnare per ogni clic sui banner Adsense anche 5-10€, mentre un blog di quelli video virali ti pagherà circa 0.05/0.10€ per clic. Ovviamente sta a te vedere quanto traffico puoi generare sul blog, in quanto ovviamente il blog “virale” crescerà molto più velocemente.

Affiliazioni, CPA e CPL invece sono molto di nicchia. Significa che puoi trovare praticamente qualsiasi cosa in affiliazione, ma che però devi stare molto attento ad assicurarti che sia pertinente con i gusti/interessi dei tuoi visitatori. Questo strumento può aiutarti parecchio con Amazon (link).

Amazon è un discorso a parte. La percentuale di guadagno è bassissima, ma al contrario di molte affiliazioni gode di un tasso di conversione molto elevato. Pochi soldi si, ma per tante vendite;)

Prodotti tuoi: questi sono quelli che ovviamente ti fanno guadagnare di più, ma che per essere venduti devono essere di qualità. Ergo, a meno che tu non sia un esperto del settore, meglio dedicarti agli altri modi per guadagnare con un blog che ti abbiamo elencato.

Step 4: Traffico

Ora che hai messo in piedi il tuo blog e che hai posizionato le giuste offerte, quello che ti manca è il traffico.

Il traffico si divide in traffico gratuito e in traffico a pagamento. Qui è importante definire che per traffico gratuito si intende quello proveniente dai motori di ricerca che ti trovano e quello derivante dalle condivisioni sui social da parte degli utenti.

Per traffico a pagamento invece si intendono quei visitatori acquisiti in base ai loro interessi. Ottimo traffico a pagamento lo puoi ottenere sia da Facebook che da Google, ma esistono anche altri siti/portali che, in base alla nicchia e a quanto sei disposto ad investire, ti manderanno traffico.

Altrimenti c’è un software americano che, una volta impostato, ti aiuterà a portare migliaia di visite al giorno in modo gratuito (puoi trovare l’articolo qui).

Guadagnare con un Blog: Conclusione

Eccoci arrivati alla fine dell’articolo. Come puoi vedere guadagnare con un blog è possibile, ma è più complicato di quanto si possa pensare in quanto è necessario avere un piano. Se questo non ti spaventa (d’altronde nella vita un piano è fondamentale qualsiasi cosa si decida di fare), buttati. Con la costanza e l’impegno potrai raggiungere risultati tali che non potresti (probabilmente) raggiungere con il tuo lavoro: eh si, intendiamo risultati economici!

Buon lavoro!

Risposte

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *