fbpx

Networker PRO: una strategia per massimizzare i tuoi profitti

Networker PRO

Networker PRO: una strategia per massimizzare i profitti del tuo business di network marketing

L’obiettivo primario di qualunque incaricato è quello di trasformarsi in un networker PRO.

Chi entra in questo settore lo fa principalmente perchè attratto dai potenziali guadagni che si possono generare lavorando da professionista.

Per velocizzare i tuoi risultati nel MLM, puoi utilizzare questa strategia:

Assegna nuovi clienti in automatico ai membri più meritevoli della tua downline.

In pratica significa lavorare in profondità, per costruire una struttura che risulti essere decisamente più solida.

Il processo di assegnazione dei clienti può avvenire in due modi:

  • è la compagnia stessa che assegna in maniera diretta nuovi clienti e/o distributori ai propri incaricati (ad esempio i nuovi clienti che arrivano dal sito aziendale);
  • sono i veri networker PRO che decidono di premiare alcune persone del proprio team regalando loro nuovi clienti e/o distributori.

Ma in che modo è possibile massimizzare il ROI senza rischiare di creare una rete di collaboratori “fannulloni” che non fanno nulla?

Vediamo come sviluppare tutto questo prendendo spunto dal protocollo ideato da LifeVantage.

Infine, dopo aver letto questo articolo, quello che devi fare è applicare questi principi nella tua attività.

Solo così diventerai un vero networker PRO.

Assegnare nuovi clienti “lavorando in profondità” è quello che fanno i networker PRO…

LifeVantage ha sviluppato una serie di procedure ottimizzate che aiutano l’azienda stessa ad aumentare i profitti della propria rete distributiva.

Darren JensenDarren Jensen, Presidente e CEO di LifeVantage ci illustra il principio “del primo dollaro“:

Prima i nuovi distributori effettuano una vendita, maggiori risultati riescono ad ottenere durante l’intero ciclo di permanenza in attività.

Quando gli incaricati LifeVantage non hanno ricevuto nessuna commissione nel corso dei primi 7 mesi di collaborazione con l’azienda, il loro tasso di permanenza in attività è di circa il 20%. Questa è la media approssimativa dell’intero settore del MLM.

Invece, quando hanno guadagnato anche solo $ 1,00 (e fino a $ 25,00 totali durante quei primi sette mesi), il loro tasso di attività aumenta al 64%.

Infine, coloro che hanno guadagnato $ 2.501 durante i loro primi 7 mesi (in pratica una media di $ 357 al mese), allora il loro tasso di permanenza in attività sale al 97%.

Quando un nostro incaricato vede quel primo assegno o il bonifico ricevuto, allora diventa un imprenditore (un networker PRO).

Diventa ufficiale… è qualcosa di potente e i numeri lo confermano”.

Un altro dei fattori chiave che il CEO di LifeVantage e tutto il suo team considerano maggiormente è l’impegno che il distributore mette nell’attività.

Sempre Darren Jensen:

Analizziamo seriamente il livello di impegno messo dal distributore durante la costruzione della sua attività.

I nuovi distributori che hanno dimostrato fin dall’inizio un forte impegno nei confronti della nostra opportunità vanno premiati.

I networker PRO lavorano di più e lo fanno più velocemente perché vogliono assicurarsi che l’investimento iniziale ne sia valso la pena.

Quindi questo diventa ciclico.

I distributori che lavorano di più e più velocemente vedono il successo prima e questo porta loro incoraggiamento e fiducia per continuare a lavorare, il che significa ancora più successo, più fiducia e così via.”

Conclusione

Siamo giunti al termine dell’articolo di oggi.

Se davvero vuoi diventare un networker PRO, ti invitiamo a mettere in pratica i principi della strategia che abbiamo condiviso con Te.

Assegnare nuovi clienti (e/o incaricati) ai membri della tua downline ti permette di sviluppare in profondità il tuo business di network marketing.

Ma attenzione però…

NON fare regali a chi non se lo merita!

Chi non si impegna e non prende seriamente in considerazione l’attività che sta svolgendo non deve pretendere nulla da Te.

Sei un imprenditore indipendente… anzi un NETWORKER PRO.

it_ITItaliano
it_ITItaliano