La BCE Parlerá di Criptovalute e Blockchain allo Youth Dialogue

La BCE parlerá di criptovalute e blockchain

Il 12 febbraio 2018, durante lo Youth Dialogue, la BCE parlerá di criptovalute e blockchain. Questo è infatti il tema di una delle tre principali domande alle quali il Presidente della Banca Centrale Europea risponderá tramite una serie di video.

La BCE parlerá di criptovalute e blockchain

Mario Draghi risponderá a delle domande selezionate. In particolare, verrá chiesto se Bitcoin offra un'alternativa praticabile alle valute tradizionali e quale sia il punto di vista della BCE sulla tecnologia blockchain. Le domande dovranno essere presentate entro martedí 23 gennaio 2018 da parte di cittadini europei di etá compresa tra i 16 e i 35 anni. I tre temi principali sono:

  • Possibilitá di una nuova crisi economica e globale
  • Criptovalute e blockchain
  • Ripresa economica dell'Europa e la disoccupazione giovanile

La sessione fa parte del terzo Youth Dialogue della BCE. Si tratta di una serie di colloqui tenuti dai responsabili delle politiche della Banca con studenti e giovani provenienti da diversi paesi e background.

Come preludio alla sessione, la BCE ha lanciato un sondaggio d'opinione su Twitter. In questo viene chiesto se Bitcoin possa offrire un'alternativa praticabile alle valute tradizionali. Il sondaggio della Banca europea ha ricevuto, in circa 24 ore, oltre 15.500 reazioni.

Le criptovalute in Europa

Il ruolo delle banche nel mondo dele criptovalute continua ad essere oggetto di dibattito. Diversamente, l'opinione che queste contribuiscano a garantire la stabilitá per le economie è ancora valida.

È vero, la volatilitá di Bitcoin ha suscitato numerose critiche. Potrebbe, infatti, rappresentare un veicolo per la commissione di frodi. Molti hanno anche suggerito che l'Unione europea dovrebbe presto introdurre nuovi regolamenti sulle criptovalute.

Ció che è chiaro è che il 2017 è stato un anno cruciale per Bitcoin. La principale criptovaluta è cresciuta in popolaritá a livello mondiale. Il suo valore è salito bruscamente, tanto da attirare l'attenzione dei media principali.

Ció ha prodotto un aumento della sua adozione in Europa. Tuttavia, i dati statistici disponibili sul 2017 mostrano che il suo utilizzo come metodo di pagamento giornaliero nelle principali economie europee è ancora minimo.

Risposte

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *