E-Commerce A Rischio Di Chiusura? Ecco Tutta La verità

E-Commerce

E-Commerce A Rischio Di ChiusuraE-Commerce A Rischio Di Chiusura? Ecco Tutta La verità

Abbassare la serranda per un giorno sembra un concetto impossibile per un e-commerce? A quanto pare secondo la legge italiana non lo è.

Il testo del disegno di legge già approvato dalla Camera e attualmente in discussione al Senato prevede infatti l’obbligo di chiusura per al meno 12 giorni l’anno per tutte le attività commerciali.

Ma come applicare questa regola ai negozi online? E che dire dei distributori automatici? Nonostante infatti siano previste alcune eccezioni per la ristorazione e addirittura per i fiorai, al contrario il commercio elettronico pare essere una di quelle categorie incluse nel giro di vite.

Certamente uno stop al commercio online per alcuni giorni, con siti e-commerce temporaneamente inattivi porterebbe a conseguenze penalizzanti per il mercato italiano, in quanto indurrebbe consumatori e imprenditori a rivolgersi a piattaforme estere, danneggiando notevolmente le entrate generate dalle migliaia di transazioni online effettuate ogni giorno da utenti di ogni categoria e livello sociale.

La natura stessa dell’e-commerce è di essere disponibile per i consumatori 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e l’applicazione di una tale restrizione porterebbe ingenti perdite economiche.

E-Commerce

Un provvedimento del genere porterebbe ad un passo indietro dell’Italia rispetto al resto dei paesi europei e mondiali, dove l’abitudine di sfruttare i vantaggi che offre l’e-commerce in termini di risparmio e di apertura dei negozi h24 è sicuramente più diffusa di quanto lo sia nel nostro paese.

Ma la domanda sorge spontanea: la stretta è applicabile anche a esercenti quali tabaccherie, Lottomatica e tutto il mondo legato al gioco come sale Bingo e bar dotati di slot machines e simili?

Ovviamente si tratta di uno scenario a dir poco improponibile, e certamente le attività che generano profitti attraverso il sistema dell’e-commerce non devono temere lo stesso destino dei cugini commercianti tradizionali che possiedono il classico negozio fisico.

Noi consumatori possiamo quindi dormire sonni tranquilli e continuare ad effettuare i nostri acquisti online comodamente da casa all’ora che preferiamo, prenotando un volo a tarda notte per spuntare una tariffa agevolata.

Allo stesso modo esercenti possessori di e-commerce possono stare sereni e continuare a guadagnare grazie alla libertà offerta dal web che permette ai propri clienti di fare acquisti anche mentre loro dormono.