La Cina diventa il nuovo epicentro mondiale del multilevel e della vendita diretta

Multilevel e vendita diretta in Cina

La Cina diventa il nuovo epicentro mondiale del multilevel e della vendita diretta

In Cina il settore del multilevel marketing e quello della vendita diretta sono cresciuti in maniera significativa.

A questo proposito si stima che il mercato cinese sia già in prima posizione a livello globale.

Eppure solo qualche anno fa questi due modelli commerciali non erano visti di buon occhio dalle autorità cinesi.

La storia del multilevel in Cina

Per capire meglio la crescita dei mercati della vendita diretta e del multilevel marketing in Cina bisogna fare un passo indietro.

Infatti l’ingresso sul territorio cinese di questi modelli di business è avvenuto negli anni novanta grazie ad Avon.

In seguito l’industria è stata colpita duramente da una serie di problemi legati all’introduzione di presunti sistemi piramidali.

Questa situazione di caos generale ha spinto il governo a vietare del tutto l’industria.

Era il 1998.

Poi nel 2005 è avvenuta la revoca del divieto grazie all’introduzione di una regolamentazione adeguata che ha messo in evidenza tutte le potenzialità di crescita e di sviluppo della vendita diretta.

Dopodichè il multilevel marketing è cresciuto sfiorando un tasso di crescita annuale del 30%.

Attualmente il mercato della vendita diretta in Cina sembra essere diventato il più grande al mondo dopo gli Stati Uniti.

Questo è quanto ha affermato Hu Yuanjiang, direttore esecutivo delle vendite dirette per la China Health Care Association.

Dal 2005 al 2012 il calcolo complessivo dei distributori attivi ha raggiunto i 2,3 milioni.

Nel 2012 in Cina esistevano ben 32 società con licenze di vendita diretta.

Secondo il Ministero del Commercio locale il settore riusciva a muovere circa 20 milioni di Yuan al mese (pari a $ 3,2 milioni).

Hu Yuanjiang:

“Questo settore si inserisce perfettamente nella cultura cinese.

Infatti le strette relazioni personali e le parentele, appartenenti alle stesse persone o alla stessa classe sociale, sono molto apprezzate all’interno della comunità poiché aiutano a costruire rapidamente la fiducia.”

Cina e multilevel marketing

Nuove sfide e nuove opportunità…

L’ascesa dirompente in Cina dei settori della vendita diretta e del multilevel marketing rappresentano una vera e propria sfida per le autorità cinesi.

Infatti di recente numerosi investitori privi di qualsiasi scrupolo ne hanno approfittato per creare truffe associate alle valute digitali e accumulare grosse somme di denaro da parte di un pubblico inesperto in merito ai temi finanziari.

Dunque questo sarà uno degli aspetti chiave contro cui le autorità cinesi dovranno combattere per garantire che nei prossimi anni l’industria non diventi facile preda di nuovi scandali economici.

Parallelamente a tutto questo, le multinazionali della vendita diretta hanno deciso di investire “scommettendo forte” sul territorio cinese.

Il loro obiettivo è quello di sfruttare la rapida ascesa economica del gigante asiatico.

Ad esempio è utile citare il caso di Amway.

Di recente il colosso del MLM ha deciso di avviare una serie di alleanze per la ricerca scientifica sulla MTC.

Ed ora gran parte della sua produzione viene svolta proprio in questo paese.

I dati raccolti sono incoraggianti.

Nel 2018 le vendite della compagnia in Cina sono state di 3,22 miliardi di yuan.

Ma non è finita qui…

Infatti le previsioni sembrano confermare che questa tendenza continuerà a crescere portando sempre nuovi profitti.