Sistemi Piramidali: le 5 compagnie più dannose degli ultimi 10 anni

Sistemi piramidali

Sistemi Piramidali: le 5 compagnie più dannose degli ultimi 10 anni

Negli ultimi 10 anni abbiamo visto nascere e morire numerosi sistemi piramidali e svariate truffe online nelle quali gli investitori hanno perso tutto.

Volevano fare i soldi, loro…

E invece i profitti sono entrati nelle tasche di altri…

Ma come mai queste persone comuni hanno deciso di mettere a rischio il proprio denaro in questi progetti?

Risposta scontata: lo hanno fatto solo ed esclusivamente per AVIDITA’.

Ti ricordi il famoso discorso di Gordon Gekko (Michael Douglas) nel film “Wall Street: il denaro non dorme mai“?

Qui sotto ti riportiamo una delle frasi più significative:

“L’avidità, non trovo una parola migliore, è valida, l’avidità è giusta, l’avidità funziona, l’avidità chiarifica, penetra e cattura l’essenza dello spirito evolutivo”

Capisci?

Questo è lo stesso tipo di avidità che ha portato (e porterà sempre e comunque) la gente a farsi truffare aderendo a queste porcherie…

Nell’articolo di oggi prendiamo in rassegna le 5 compagnie piramidali più dannose degli ultimi 10 anni.

Lo facciamo nella speranza di NON vederti buttare i tuoi risparmi (e le tue speranze) in progetti fallimentari.

Si perchè ogni giorno nascono nuovi PONZI travestiti da serie opportunità di network marketing.

E invece sono solo dei semplici sistemi destinati a fare piangere molti “polli” da spennare.

La TOP 5 delle truffe online…

Eccoli qui i 5 sistemi piramidali meglio riusciti dell’ultimo decennio.

Cinque società che hanno fatto piangere tantissime persone che speravano di arricchirsi senza fare sforzi.

E soprattutto senza vendere NULLA a NESSUNO.

Come è andata a finire?

E’ terminata come a “Caporetto” 🙂

#01 TELEXFREE

TelexFree è stato uno dei sistemi piramidali meglio riusciti.

Gli “investitori” non erano obbligati a vendere nulla a nessuno (perchè erano loro stessi i clienti!)

Per guadagnare e “capitalizzare” dovevano copiare e incollare annunci pubblicitari.

Tempo richiesto: solo 10 minuti al giorno.

Fantastico vero?

Poi però negli uffici della società hanno bussato rispettivamente l’FBI e la SEC (Securities and Exchange Commission).

Forse qualcosa non andava…

I proprietari di TelexFree sono attualmente tutti in prigione.

#02 UNETENET

E’ stata ribattezzata la truffa della valuta virtuale “UNETE“.

La sua promessa di realizzare facili guadagni ha coinvolto circa 22.000 persone, grazie alle quali si sono materializzati un qualcosa come 50 milioni di dollari.

Una bella cifra… non c’è che dire…

Il sistema di questa truffa era pubblicizzato su Internet come una valida alternativa al capitalismo bancario.

Hai presente quella cosa che le banche ti riconoscono degli interessi ridicoli?

Ecco: i “polli” sono stati sedotti proprio dalla possibilità di investire in questa cyber currency che li avrebbe magicamente tele-trasportati sulla famosa spiaggia bianca a bere l’immancabile cocktail…

Purtroppo sembra che qualcosa non abbia decisamente funzionato!

#03  PAYDIAMOND (una delle truffe meglio riuscite!)

Uno dei sistemi piramidali più ingegnosi!

I propri affiliati dovevano cercare persone disposte ad investire in diamanti.

Il rendimento minimo mensile era del 20%.

Ci sono giunte notizie di alcuni italiani che hanno preso una bella batosta con PayDiamond.

Un diamante è per sempre?

Con PayDiamond il famoso “detto” sembra proprio non aver funzionato…

#04 FORT AD PAYS

Uno dei sistemi piramidali più forti, anche qui in Italia.

E’ stato sviluppato copiando pari pari le strategie utilizzate dai truffatori di TelexFree.

Sono stati raccolti circa 38 milioni di dollari.

La promessa dell’azienda (mai mantenuta) era quella di condividere i profitti con i propri investitori.

Acquistando un pacchetto pubblicitario (anche con un solo dollaro) si potevano generare rendimenti del 120%.

L’unica cosa richiesta era quella di fare click su 4 annunci pubblicitari al giorno.

#05 WISHCLUB

WishClub è stata una società multilivello che distribuiva profitti con chi vendeva per loro una rivista e guardava della pubblicità online.

Ha ottenuto grande successo in Spagna mentre in Italia (per fortuna), non ha preso piede…

Già perchè molti online marketers italiani, sempre nello stesso periodo, erano impegnati a perdere i loro soldi in altri sistemi piramidali.