Truffe criptovalute: 4 consigli per evitarle

Truffe criptovalute

Truffe criptovalute: 4 consigli per evitarle

Ti interessa essere informato sulle principali truffe in criptovalute e capire meglio come evitarle?

Di recente Iberian Magazine ha pubblicato i 4 suggerimenti da considerare per tenersi ben lontani da questa tipologia di attività di carattere fraudolento.

Questo soprattutto considerando la situazione difficile che stiamo vivendo a livello internazionale.

Infatti il bisogno di denaro sta spingendo le persone a farsi abbindolare da false promesse e dai soliti guadagni facili che non arrivano mai.

La situazione attuale alimenta le truffe online

I prossimi mesi saranno molto difficili.

Addirittura qualcuno parla in termini di anni…

La disoccupazione galoppa…

Insomma da una crisi sanitaria stiamo passando ad una crisi economica molto grave.

In un modo o in un altro tantissime persone verranno colpite in maniera dura.

Molte di esse stanno già cercando delle alternative per sopperire alla mancanza di denaro.

Ed è proprio in questo scenario di “speranza” che si diffondono le truffe online (specialmente quelle riguardanti le criptovalute).

L’italiano medio ignora le regole di base che governano l’intero settore finanziario.

Attualmente la nicchia delle criptovalute è uno dei punti caldi riguardanti l’attività più fraudolenta.

Sono tantissimi gli “investitori in erba” che sono entrati in questo business senza conoscere come funziona.

Dunque in questo periodo chi promuove truffe online trova terreno fertile attorno a sè.

Vediamo quali sono i 4 consigli da tenere in considerazione per evitare le truffe in criptovalute:

#01. truffe criptovalute e falsi network marketing

Spesso le truffe in criptovalute si avvalgono del modello di business del MLM.

Questo avviene con l’obiettivo di attirare nuovi clienti interessati ad ottenere entrate automatiche in maniera facile e veloce.

Cerca di non mostrare interesse per tutte le società che ti promettono reddito passivo attraverso il marketing multilivello abbinato al settore delle criptovalute.

Infatti in Italia promuovere questa tipologia di investimenti non è permesso (legge 173 del 2005).

#02. non scaricare applicazioni sospette

Evitare le truffe in criptovalute è davvero facile se sai cosa devi fare.

Ad esempio non scaricare applicazioni di dubbia provenienza tramite Internet.

Infatti l’obiettivo finale del download di software è semplicemente quello di rubare le credenziali di accesso per un determinato portafoglio.

Evita sempre di scaricare software che ti promettono grandi risultati con il minimo sforzo.

#03. truffe criptovalute: attenzione al phishing

Il phishing è un tipo di azione illegale particolarmente diffusa sia nel campo delle cripto che in quello delle banche tradizionali.

Presta sempre la massima attenzione ai messaggi che ricevi dagli e-wallet che ti forniscono il portafoglio di criptovalute.

La maggior parte delle truffe in criptovalute presenti online riguardano la strategia del furto di identità.

Il meccanismo è davvero semplice.

Il proprietario delle criptovalute riceve un messaggio nel quale gli viene chiesto di inserire le proprie credenziali di accesso sulla copia (quasi perfetta) del sito web (e-wallet) che ha lo stesso aspetto di quello originale.

#04. scegli con cura dove conservare le criptovalute a lungo termine

Ultimo consiglio per minimizzare l’esposizione al rischio di truffe online.

Cerca sempre di non conservare tutte le criptovalute nello stesso portafoglio con cui di solito operi.

Infatti un solo deposito tende ad essere più esposto a possibili attacchi di hacker.

Piuttosto diversifica i depositi utilizzando portafogli hardware sicuri come Ledger o Trezor.

Infine un’altra possibilità che ti evita ti incappare in truffe di criptovalute è quella dei portafogli di carta.

Esistono diversi fornitori certificati che ti consentono di mostrare il tuo indirizzo (e la tua chiave privata) sullo stesso foglio di carta che andrai a conservare con la massima diligenza.