Criptovalute alla riscossa a causa del Coronavirus (i consigli di Robert T. Kiyosaki)

Criptovalute

Criptovalute alla riscossa a causa del Coronavirus (i consigli finanziari di Robert T. Kiyosaki)

L’emergenza sanitaria che stiamo vivendo, e il profondo dilagare del clima di sfiducia nei confronti del sistema economico tradizionale, stanno rilanciando alla grande il settore delle criptovalute.

Se cerchi un modo per realizzare i tuoi sogni finanziari, allora investire nelle criptomonete potrebbe essere un’ottima opportunità da approfondire.

Nel mese di marzo Robert Kiyosaki, esperto numero uno al mondo di finanza personale, ha scritto un articolo che riguarda proprio questo fenomeno in espansione.

Qui di seguito ti riassumiamo i concetti più importanti estratti dal post pubblicato nel blog ufficiale del formatore finanziario.

Un po’ di storia sul “denaro” prima della nascita delle criptovalute…

1910: sette uomini hanno tenuto una riunione segreta sull’isola di Jekyll al largo della costa della Georgia. Si stima che questi sette cavalieri rappresentassero un sesto della ricchezza mondiale.

1913: nasce la Federal Reserve Bank degli Stati Uniti (FED). Si tratta del risultato di quella riunione segreta.

1944: viene creato il Fondo monetario internazionale e della Banca mondiale (FMI).

1971: il presidente Richard Nixon firma un ordine esecutivo in base al quale gli Stati Uniti non possono più scambiare dollari cartacei con oro.

2008: il mondo deve fare i conti con la crisi dei mutui subprime e il crollo della Lehman Brothers. Migliaia di persone perdono tutti i loro risparmi.

2009: nasce il Bitcoin (una delle criptovalute più diffuse) e i cyber soldi iniziano a sfidare la lobby dei possessori della ricchezza mondiale.

Come le banche stampano il denaro

Oggi i ricchi (che investono in criptovalute) diventano sempre più ricchi mentre la maggior parte delle persone non istruite a livello finanziario sta diventando sempre più povera.

Chi crede ancora nel sistema economico tradizionale non vivrà giorni felici.

Questo perchè il modo in cui le banche creano il denaro è basato su un sistema che nel tempo è destinato a saltare.

Qui di seguito ti mostriamo un esempio pratico che conferma quello che ti stiamo dicendo.

Prima fase creazione denaro:

Le persone che hanno bisogno di soldi e non conoscono il sistema delle criptovalute vanno in Banca e fanno domanda per un prestito.

Il banchiere presta 9 delle sue 10 monete d’oro.

L’unica moneta d’oro che ha nella sua cassaforte rappresenta la “riserva frazionaria”.

Il banchiere deve avere solo il 10% (oppure una delle sue 10 monete d’oro originali) nel suo caveau per soddisfare il requisito di “riserva”.

Il denaro è già stato stampato.

10 valute sono state convertite in 19 valute attraverso il sistema bancario a riserva frazionaria.

Le sue 10 monete sono soldi veri.

Le 9 monete prestate ai mutuatari sono denaro contraffatto.

È stato stampato denaro falso.

Seconda fase creazione denaro:

La persona che ha ricevuto in prestito 9 delle sue 10 monete d’oro va in Banca e deposita le sue nove monete d’oro.

La persona che ha preso in prestito quelle nove monete ora riceve un credito per nove monete.

Il banchiere con le nove monete presta quindi 8,1 delle nove monete al mutuatario successivo.

Questo mutuatario prende le sue 8,1 monete e le deposita nella sua banca.

Quel banchiere presta il 90% delle 8,1 monete al prossimo mutuatario … e così via.

Questo è noto come il meccanismo di Mandrake, che prende il nome da un personaggio dei fumetti.

Infatti egli poteva togliere qualsiasi cosa dal suo cappello, esattamente come il tuo banchiere può stampare soldi dal nulla.

Immagina miliardi di persone che prendono in prestito e depositano miliardi di dollari falsi nelle banche di tutto il mondo mentre “Mandrake” estrae magicamente sempre più denaro falso dal suo cappello.

Per quanto tempo Mandrake potrà continuare a estrarre soldi magici dal suo cappello?

Questa è la domanda che dobbiamo farci se non conosciamo come sfruttare a nostro vantaggio gli investimenti in criptovalute.

criptovalute

La differenza tra i vecchi soldi e le criptovalute moderne

Nel corso della storia il “denaro” è stato rappresentato da molte cose differenti.

Oggi esistono 3 tipi di denaro moderno:

  • oro e argento;
  •  i soldi del Governo (dollari, euro, sterline, ecc…);
  • il denaro della gente (criptovalute come Bitcoin, Ethereum…).

Le banche centrali amano il controllo.

Dunque a loro non piacciono le criptovalute perché non possono controllarle direttamente.

Oggi pochissime persone comprendono come le valute tecnologiche blockchain influenzeranno la loro vita, il loro futuro e la loro sicurezza finanziaria.

Conclusione

La riscossa delle criptovalute minaccia sempre di più il sistema bancario tradizionale.

E di certo tutto questo rappresenta un’ottima opportunità per te che sei interessato a costruire il tuo business da casa.

Ma fai molta attenzione!

Infatti si tratta di un mercato all’interno del quale i prezzi effettuano brusche oscillazioni quotidiane.

Dunque, prima di rischiare di perdere i tuoi soldi, formati sulla materia in maniera approfondita.

Ricordati il famoso detto di Benjamin Franklin:

Un investimento nella conoscenza paga il miglior interesse“.

Per approfondire gli argomenti dedicati alle criptovalute e all’educazione finanziaria, leggi l’articolo completo pubblicato all’interno del blog di Robert Kiyosaki.