eCommerce in Italia: nel 2020 la crescita vola a +26%

eCommerce in Italia

eCommerce in Italia: nel 2020 la crescita vola a +26%

Nel 2020 il giro d’affari complessivo dell’eCommerce in Italia raggiungerà i 22,7 miliardi.

Si tratta di 4,7 miliardi di euro in più rispetto al 2019.

In questo articolo la redazione di “Business da Casa” ti presenta i dati emersi da una ricerca effettuata dell’Osservatorio B2c del Politecnico di Milano.

I comparti che crescono più velocemente

Lo studio sulla crescita dell’eCommerce in Italia, promosso dall’Osservatorio B2c del Politecnico di Milano, ha fatto emergere una serie di stime significative.

Il primo dato riguarda la forte crescita del commercio elettronico rispetto al retail.

Infatti l’aumento dell’eCommerce è stato di ben due punti percentuali (quindi dal 6 all’8%).

Il secondo elemento importante è la crescita dei tre comparti emergenti, ovvero:

  •  food&grocery, capace di generare un +56% (ovvero 2,5 miliardi di euro);
  •  arredamento e home living (in crescita del +30%);
  • informatica e elettronica che hanno segnato il boom durante la quarantena (sei miliardi di euro di fatturato e un +18% rispetto al 2019).

ecommerce in italia dati 2020

Queste cifre in percentuale che hai appena letto stanno ad indicare che l’eCommerce in Italia nel 2020 arriverà a toccare i 22,7 miliardi di euro.

Gli italiani amano fare acquisti online

Il settore del commercio elettronico piace sempre di più anche agli italiani che lo sostengono a suon di ordini effettuati tramite il Web.

Riccardo Mangiaracina (responsabile Scientifico de Politecnico di Milano):

“Durante l’emergenza sono tante le domande che ci siamo posti sugli effetti e sulle mutazioni che stanno interessando il mondo del commercio.

Tra le poche certezze, ci sono la vicinanza che i canali online e fisico stanno dimostrando con forza e il ruolo indispensabile che l’eCommerce sta svolgendo per la ripresa del commercio e dei consumi, certificati dai continui investimenti in atto per potenziare il canale digitale (tramite sito proprio, aggregatori, marketplace) o per favorire modalità di vendita fondate sull’integrazione tra esperienze online e offline (come click&collect, drive&collect, allestimento degli ordini online in store).

L’eCommerce, dopo essere stato per anni un canale secondario, ha acquisito oggi un ruolo determinante nella riprogettazione delle strategie di vendita e di interazione con i consumatori”

eCommerce in Italia: da ruolo secondario ad attore primario dei mercati

Se soltanto qualche mese fa l’eCommerce in Italia era da considerarsi solo un canale a sostegno del commercio tradizionale, ora dopo il passaggio del COVID-19 è diventato un attore primario.

Durante la quarantena forzata è stato il principale protagonista della generazione degli acquisti da parte del popolo italiano.

Ora i tempi sono maturati.

Le persone mostrano sempre più fiducia nelle transazioni effettuate online.

Questo anche grazie alle nuove tecnologie e ai metodi di pagamento resi sempre più sicuri.

Acquisti effettuati da mobile

L’eCommerce in Italia effettuato da rete mobile (quindi da smartphone), nel 2020 ha segnato un’incidenza del 50%.

Quindi quest’anno gli acquisti conclusi grazie a questi dispositivi saranno pari a 12,8 miliardi di euro.

Dunque l’incremento salirà del +42% rispetto ai 9 miliardi registrati 12 mesi fa.

La crescita di questo tipo di transazioni è dovuta alla stessa natura di questi acquisti che possiamo definire semplicemente acquisti d’impulso.

Conclusione

Il settore dell’eCommerce in Italia va a gonfie vele.

E man mano che passa il tempo diventerà la vera ruota motrice del commercio italiano (e mondiale).

Se ti interessa approfondire questo settore, continua a seguire le news sull’eCommerce che pubblichiamo nella sezione specifica disponibile qui su “Business da Casa“.