Guida a TradingView per principianti

tradingview

Nelle criptovalute ci sono pochi siti web così diffusi come TradingView. 

Se sai qualcosa di analisi tecnica (TA) o trading (e dovresti assolutamente se vuoi mettere i tuoi fondi in criptovalute), allora è probabile che tu abbia già usato TradingView, o almeno che tu abbia visto grafici pubblicati su Twitter o Discord.

Tratteremo prima alcuni degli indicatori più importanti che si utilizzano e poi alcuni strumenti di disegno. 

Gli indicatori su TradingView

Gli indicatori possono essere trovati nella sezione superiore della pagina. 

Basta fare clic su “Indicatori” e vedrai un menu a comparsa in cui puoi trovare qualsiasi indicatore desideri; ad esempio, una media mobile esponenziale (EMA):

 

image 12

 

indicatori su TradingView

image 13

 

Come vedi, al grafico è stata aggiunta una linea EMA. 

La lunghezza predefinita è 9,  per modificarla, passaci sopra con il mouse in alto a sinistra e fai clic sull'icona delle impostazioni. 

Qui puoi scegliere la lunghezza e il colore che desideri. 

Quando hai più indicatori sul grafico, impostare i colori in modo che l'intero grafico abbia un bell'aspetto è di per sé un'arte, ed è uno di quelli che imparerai rapidamente mentre crei grafici, ogni trader ha il suo linguaggio colore caratteristico ed è qualcosa di cui va fiero.

Lo stesso processo viene utilizzato per tutti gli altri indicatori, alcuni consiglio di averli nella sezione Preferiti di TradingView, in modo che siano accessibili direttamente dal menu a discesa nella sezione Indicatori:

-l'RSI (Relative Strength Index)

-OBV (On-Balance Volume)

-Stochastics 

-MACD (Moving Average Convergence Divergence).

 

Strumenti grafici

Ora possiamo passare agli strumenti grafici che si trovano nella barra laterale sul lato sinistro del grafico.

 Il primo strumento in alto è la linea Trend, che puoi anche selezionare con la scorciatoia “Alt+T”. 

Un altro strumento importante sono le linee orizzontali, che vengono utilizzate per mappare i livelli di supporto/resistenza e possono essere aggiunte al grafico dall’icona sotto la precedente o premendo “Alt+H”. 

Ecco come appaiono queste righe:



image 14

image 15

 

Andando avanti, abbiamo gli strumenti Gann e Fibonacci. 

In questo gruppo di strumenti, il più popolare è senza dubbio il Ritracciamento Fib, e infatti ha una propria scorciatoia “Alt+F”. 

Selezionalo e fai clic sulla partenza del trend di cui desideri trovare i livelli di ritracciamento, quindi sul massimo più recente da cui inizia il ritracciamento. 

Ci sarebbe molto da dire su questo, in altri articoli si parlerà nello specifico di candlestick pattern e di come sfruttare a pieni tutti i vari indicatori, per ora è sufficiente sapere che i vari livelli che ci mostra il ritracciamento sono spesso importanti livelli di supporto/resistenza.


image 16

 

rintracciamento Fib su TradingView

 

Forme geometriche

Scendendo verso il basso, hai la sezione Forme geometriche, le più disegnate sono qui Percorso e Rettangolo. 

Lo strumento Percorso può essere utilizzato per prevedere le possibili direzioni che potrebbe prendere il prezzo.

 (Puoi anche usare lo strumento Pennello per questo, ma solo se hai una mano ferma, in modo che non assomigli a qualcosa disegnato da un bambino di cinque anni o anziano tremolante, in quel caso consiglio anche di dare un’occhiata ai nostri articoli sulla creazione di NFT 😉 ). 

 

image 17

Lo strumento Rettangolo è perfetto per disegnare zone di domanda/offerta, fondamentalmente come livelli di supporto/resistenza ma estese attraverso un intervallo di prezzo e di tempo.


image 18

 

Altre funzioni di TradingView

La sezione Testo è intuitiva quanto non lo sono l’onda di Elliott e i pattern armonici nella sezione Pattern accessibili dall’icona successiva. 

Gli strumenti di previsione e misurazione sono dove puoi studiare rischio/rendimento dell’apertura di posizioni lunghe o corte, intervalli e il profilo del volume in un dato range.

Quest’ultimo secondo per me è uno strumento non troppo conosciuto ma veramente importante, se l’indicazione del volume solita mostra questo al variare del tempo , questo indicatore mostra il volume scambiato nei vari intervalli di prezzo.


image 19

 

L’ultimo strumento importante è la funzione Misura. Questo consente di misurare il tempo e la differenza di prezzo tra diversi punti. 

Un altro trucco importante quando si utilizzano diversi strumenti di creazione di grafici è che puoi tenere premuto Ctrl quando muovi il cursore: in questo modo, lo strumento di creazione di grafici che stai utilizzando si bloccherà automaticamente al livello di apertura/chiusura della candela più vicino. 

Questo non è saputo da tutti ma è un grande aiuto per avere grafici precisi e allineati con l'azione del prezzo. 

Fino a qualche anno fa strumenti simili erano esclusivi per i grandi trader che usavano piattaforme con abbonamenti da decine di migliaia di dollari, ora chiunque può sfruttarne le potenzialità.

Per ora è tutto, i concetti accennati sono essenziali per muoversi sui grafici, spero che questa spiegazione ti aiuti a iniziare a utilizzare TradingView nel modo più efficiente possibile.

Condividi

Altri articoli

Lezioni da imprenditori di successo partiti da zero

Scopri tutte le lezioni gratuite su businessDaCasa.com

Ecco come creare una rete di network marketing