La segmentazione intelligente applicata al settore del network marketing

segmentazione intelligente network marketing

La segmentazione intelligente applicata al settore del network marketing

Netflix, Amazon, Uber utilizzano la segmentazione intelligente per generare risultati che la maggior parte delle aziende di network marketing può soltanto sognarsi.

Ciò di cui l’industria ha bisogno è un modello di segmentazione migliore.

Questo può essere fatto grazie all’uso dell’intelligenza artificiale (AI) attraverso l’analisi dei BIG DATA che ci aiutano a selezionare meglio i comportamenti degli incaricati e dei clienti che fanno parte di un target definito.

La reputazione del network marketing

Il network marketing è un settore che spesso attira tantissimi commenti negativi:

  • “Non funziona!”;
  • “E’ una truffa”;
  • “Bisogna vendere porta a porta”
  • ecc…

Insomma nonostante sia in netta crescita rispetto al passato ottiene sempre una cattiva pubblicità che non si basa su fatti reali (si tratta solo di semplici opinioni).

Il network marketing riesce davvero a cambiare in meglio la vita delle persone.

Inoltre svolgendo questa professione si creano amicizie meravigliose che durano per tutta la vita.

Infine esistono molti casi studio di persone comuni che si sono trasformate in leader carismatici e imprenditori di successo.

Dunque perchè tutto questo accanimento contro il MLM?

E soprattutto cosa si può fare per dimostrare che si tratta di un modello di business che funziona?

La risposta più sensata che possiamo darti è quella di iniziare a usare il potere dei BIG DATA sfruttando i vantaggi della segmentazione intelligente.

In questo modo è possibile comunicare meglio con le persone che fanno parte dell’industria del MLM.

Questo per selezionare (e seguire meglio) chi entra a far parte di questo mondo.

Un alto tasso di abbandono

Spesso online circolano messaggi riconducibili a questo settore.

Eccone alcuni:

  • “Diventa il capo di te stesso”;
  • “Liberati dai vincoli di tutti i giorni”;
  • “Guadagna più denaro”;
  • ecc…

Tutte queste promesse sono realizzabili grazie al network marketing.

Il vero problema è che solo pochi riescono a raggiungere questi obiettivi.

Come industria il network marketing ha un tasso di turnover annuo altissimo.

Si parla di circa l’84% mentre negli altri settori tradizionali le percentuali calano drasticamente (vanno dal 2,3 al 27% all’anno).

Il tasso di abbandono dei nuovi incaricati è sempre stato un problema.

Dunque cosa ci impedisce di aiutare a crescere professionalmente una base più ampia di individui?

Di certo al momento uno dei problemi maggiori è la mancanza di comunicazioni personalizzate.

Del resto se la tua comunicazione è uguale per tutti, non riuscirai a ispirare tutti a darsi da fare per costruire la propria attività online.

Come utilizzare la segmentazione intelligente (strategie pratiche)

Attualmente la segmentazione intelligente è già presente nel settore del network marketing.

Ad esempio si effettua una profonda differenziazione tra clienti e distributori interessati a costruire il loro business da casa.

Ma tutto questo non basta: dobbiamo essere in grado di fare di più.

Inoltre non ci permette di ridurre il tasso di turnover dei distributori che mollano troppo presto.

Ora vediamo nella pratica cosa possiamo fare quando iniziamo un programma di avvio rapido dedicato ai nostri nuovi incaricati.

Fornire a tutti gli stessi incentivi e la stessa motivazione non funziona.

I risultati veri arrivano quando siamo in grado di fare leva sulle reali passioni (e motivazioni) di ogni singolo membro del nostro team.

Infatti non tutti si associano ad un’azienda di network marketing solo per fare soldi.

Esistono altre priorità, come ad esempio avere più tempo libero, stare di più con i propri figli, creare nuove relazioni speciali ecc…

Iniziando un programma di segmentazione intelligente della nostra downline riusciamo a personalizzare al meglio il nostro servizio di mentoring.

I dati della segmentazione intelligente ci indicano la strada

Quando sei in grado di leggere i dati che identificano comportamenti, esigenze e stili coerenti in base al modo in cui il campo interagisce con il tuo marchio e i tuoi team, puoi aiutare meglio chi entra in connessione con il tuo business.

Con il targeting intelligente puoi identificare:

  • i team nel tuo mercato;
  • clienti preferiti:
  • e i futuri leader della tua downline.

Conclusione

Abituati a personalizzare al meglio la tua comunicazione.

Parti da una semplice email che parla direttamente ad un gruppo ristretto di persone che hanno interessi in comune.

Questo crea una sensazione di mentoring e il fatto che tu abbia un interesse acquisito nell’aiutarli a raggiungere i loro obiettivi all’interno del tuo programma.

L’invio di messaggi alla persona giusta con la nota giusta al momento giusto, può davvero cambiare il fatturato della tua organizzazione.

Quindi qual è il risultato finale?

La segmentazione intelligente funziona.

La personalizzazione funziona.