Quarantena e eCommerce: ecco quali sono gli articoli più venduti online

Quarantena e eCommerce

Quarantena e eCommerce: ecco quali sono gli articoli più venduti online

Durante questo periodo di quarantena causato dagli effetti devastanti del COVID-19, l’eCommerce continua a crescere a dismisura.

I consumatori si sono ritrovati a dover cambiare velocemente le proprie abitudini di acquisto pur di evitare di uscire di casa.

La paura del contagio è la causa principale che alimenta la crescita esponenziale degli acquisti online.

Ma quali sono le categorie merceologiche che hanno subito un netto aumento delle vendite?

Scopriamolo insieme nell’articolo di oggi…

Così, se ti occupi di eCommerce, puoi conoscere in anticipo quali prodotti inserire nel tuo store digitale per aumentare i fatturati.

Notebook e stampanti prese d’assalto sui portali eCommerce

La quarantena ha fatto decisamente bene alle vendite dei notebook.

Tra il 9 e il 15 marzo i ricavi generati da questi strumenti tecnologici sono saliti del 131% (se confrontati con quelli della settimana precedente).

I computer portatili hanno registrato vendite per 48.500 unità in soli 7 giorni.

Questo dato è davvero eloquente…

Infatti significa che le vendite dei portatili hanno battuto il record di Natale 2019 (46.800 unità).

Sempre nello stesso periodo di quarantena, la spesa degli italiani per le stampanti ha segnato un +61% e un +148% quella dei dispositivi multi funzione.

Perchè le vendite di notebook e stampanti sono salite?

Risposta scontata visto che è aumentata la necessità reale delle persone di possedere i dispositivi per fare smart working e teledidattica.

Inoltre, come tutti ben sanno, per poter circolare senza essere multati, è necessario stampare l’autocertificazione.

I tempi di attesa sono piuttosto lunghi…

Nessuno si aspettava un periodo così lungo di quarantena…

Tantomeno le principali aziende italiane che si sono fatte trovare impreparate nell’ambito eCommerce.

I tempi di attesa dei prodotti si allungano e questo sta creando una certa dose di malcontento da parte dei consumatori finali.

Organizzare una logistica efficiente non è semplice.

Facebook tra i migliori social eCommerce per vendere online

Se durante questo lungo periodo di quarantena vuoi aumentare le vendite del tuo negozio eCommerce, allora non puoi fare a meno di utilizzare i social.

Infatti, adottando le opportune strategie, puoi coinvolgere i tuoi potenziali clienti (e quelli che hanno già acquistato da te in passato).

Facebook rimane il social media più versatile per vendere.

Viene scelto anche dai grandi colossi del commercio elettronico (Amazon, Ebay…)

Ma come è possibile riuscire a mettere in pratica tutto questo?

Facile: basta sfruttare la tua pagina aziendale.

Una strategia che puoi implementare immediatamente per ottenere risultati veloci è la seguente:

  1. crea un post sulla tua fan page che pubblicizza un concorso a premi per chi decide di condividere il tuo contenuto riguardanti i prodotti che vendi;
  2. premia con un regalo di valore l’utente che ti aiuta ad ottenere più interazioni grazie alla sua attività gratuita di condivisione.

Puoi eseguire questa strategia promozionale anche senza l’utilizzo delle Facebook ADS.

Ad esempio, se la tua pagina è già seguita da un pubblico numeroso, allora non dovrai spendere nemmeno un euro in pubblicità a pagamento.

Altrimenti, nel caso in cui sei all’inizio con la promozione del tuo eCommerce, puoi leggere subito la nostra guida.

All’interno ti viene mostrato quanto devi investire a livello di costi pubblicitari con Facebook.

Naturalmente, oltre al social network di Zuckerberg, esistono altri canali da sfruttare per attrarre nuovi clienti sulla tua piattaforma di commercio elettronico.

Approfondiremo questo aspetto nell’articolo che uscirà giovedì prossimo qui su “Business da Casa”.

Mi raccomando sfrutta questo periodo di quarantena forzata per aumentare il focus sul tuo progetto online.

In questo modo, quanto tutto ripartirà, avrai un vantaggio competitivo non indifferente su chi invece ha trascorso questo periodo lamentandosi e basta.